Infinita Fede, extraterrestre con l’accento veneto

di Giovanna Donini

Attualità - News
Infinita Fede, extraterrestre con l’accento veneto

Carissima Fede,
Ti scrivo perché da queste parti (Milano-redazione Smemo) stiamo festeggiando la tua ennesima vittoria e ti confesso che è difficile per tutti noi trattenere l’emozione. Noi ragazze, si sa, siamo leggermente più emotive quindi vederti piangere di gioia ci fa inevitabilmente piangere di gioia con e per te. Ma qui il fatto è che nemmeno i ragazzi riescono ad evitare gli occhi lucidi e a noi questa pare una cosa davvero rara perchè, si, è vero, anche loro come noi sono sensibili, ma tu questa volta sei riuscita davvero a spostare il cuore anche ai più duri.
Cos’hai fatto? Sei immensa.

Sei entrata nella storia – anche se nella storia a dire il vero c’eri già, ma questa volta forse hai sorpreso e superato perfino te stessa, portandoti a casa l’ottava medaglia, la quarta d’oro, a 31 anni, dopo essere salita sul podio ben sette volte di seguito.
Sei Infinita. L’hai detto anche tu dopo la gara ma lo confermiamo tutti noi che ti abbiamo visto vincere, in tutti questi anni, con tanta determinazione e senza alcuna esitazione. Hai detto: “Non ci credo ancora, non avrei mai immaginato di poter vincere una medaglia d’oro. Se mi sento infinita? Sì!”. Sì, infatti lo sei.

Non avresti mai immaginato di vincere una medaglia d’oro? Però l’hai vinta e sei sembrata di un altro pianeta. Una marziana. Una extraterrestre con la faccia bella e l’accento veneto. “Questa medaglia si chiama amore” hai detto alla fine della gara.
Per te si tratta di “Amore in generale: amore per questo sport, amore per la mia famiglia, amore per la serenità che ho in questo momento. Amore in generale”.

Per noi di certo si tratta di un amore infinito per te, che non ti sei arresa mai, non ti sei mai persa e che ci hai dimostrato ancora una volta che lavorando duro, giorno dopo giorno, si possono raggiungere risultati incredibili. Hai detto: «A me piace faticare, allenarmi per me è l’unica strada ed è normale poi percorrerla. Sono stati anni bellissimi, sofferti, ricchi di emozioni forti che sicuramente vivrò in altri modi». Vedi come sei? Pochi fronzoli, pochi giri di parole e tanta fatica e così sei diventata l’eterna Divina.

Quindi ti scrivo per dirti GRAZIE FEDE. Sono rare e speciali le persone come te, sai? Le persone come te Sono quelle che un mercoledì di luglio qualunque ti fanno vivere una gioia immensa e improvvisa. Le persone come te sono quelle che ti fanno venire voglia di non arrendersi mai, di non mollare mai, di amare tanto in generale.
GRAZIE CAMPIONESSA DEL MONDO.
Grazie Fede!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

AMORE ❤️

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88) in data: