Fuoricinema: il festival pop che fa bella Milano

di Laura Giuntoli

Attualità - News
Fuoricinema: il festival pop che fa bella Milano

Nel cuore di Milano, sotto i grattacieli di Citylife, dal 14 al 16 settembre va in scena per la terza volta Fuoricinema. Quest’anno, la maratona di incontri e proiezioni che mette in contatto pubblico e artisti, aprirà la prima edizione della Milano Movie Week, la settimana dedicata al Cinema promossa dal Comune di Milano. Un segnale del legame sempre più forte tra Milano e lo schermo, grande o piccolo che sia, un modo nuovo, più aperto e popolare, di vivere la città. Che i milanesi sembrano apprezzare, visti i numeri di Fuoricinema dello scorso anno: più di 50.000 presenze in tre giorni e più di 80 ospiti. In questa terza edizione la madrina e conduttrice della serata sarà l’attrice Marina Rocco, che racconterà il cinema e i suoi retroscena insieme ai protagonisti del mondo dello spettacolo, sotto la direzione artistica di Cristiana Capotondi, Cristiana Mainardi, Gino&Michele, Gabriele Salvatores, Paolo Baldini e Lionello Cerri.

“Sono particolarmente orgogliosa che Fuoricinema abbia l’onore di aprire la prima edizione della Movie week, segnale del legame sempre più crescente tra Milano e l’industria del cinema.” Cristiana Capotondi

Tra i protagonisti di Fuoricinema 2018: Paolo Virzì e Cristina Comencini, la Premiata Forneria Marconi e Il Terzo Segreto di Satira, Roberto Andò e Mario Martone, Giuliano Mondaldo e Tullio Solenghi, Paolo Ruffini e i Subsonica, Serena Dandini e Teresa Mannino, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Frank Matano e Paolo Rossi, Alessandro Bergonzoni e Teo Teocoli, Dori Ghezzi e Frankie Hi-Nrg Mc. Il cinema per tutti, gratuito e condiviso da mattina a notte fonda, fa ancora più bella la città. Il teatro della manifestazione è la piazza delle Tre Torri, che offre 2000 posti tra platea e zone circostanti, in cui non mancano postazioni street food e il market place solidale.

“Anche noi siamo contenti di continuare questa esperienza in grande sintonia con questa Milano così poco pigra. È bello lavorare in gruppo, lo facciamo da decenni, spesso incrociando gli stessi compagni di strada.” Gino&Michele

Oltre all’anima pop, Fuoricinema ha anche un’anima solidale: l’obiettivo della raccolta fondi del market solidale di quest’edizione, realizzato in collaborazione con Casa Facile e Donna Moderna, è realizzare una sala cinematografica all’interno del Carcere di Bollate. Un progetto che a Fuoricinema sta molto a cuore, in linea con l’obiettivo a lungo termine di portare il cinema all’interno dei luoghi di emarginazione e dolore, come le carceri e gli ospedali, restituendogli il suo significato primario di strumento di unione e aggregazione sociale e il suo valore terapeutico.

“Fuoricinema nasce solidale fin dalla prima edizione, per rendere onore a un grande valore di Milano. Crescendo, abbiamo sentito il desiderio di realizzare qualcosa che testimoni in modo permanente il valore che il cinema può avere a livello sociale. Ringrazio il carcere di Bollate per la possibilità di realizzare insieme questo progetto.” Cristiana Mainardi 

Dopo Realtà Sogno, quest’anno Fuoricinema racconterà il Tempo. Tempo presente, passato, futuro, tempo che è storia, memoria, racconto. Il tempo comico che dà il ritmo alle battute, quello personale, della crescita e del passaggio dalla giovinezza all’età adulta. Il tempo inteso anche come identità, capace di descrivere cosa eravamo e cosa siamo diventati. Fuoricinema rileggerà la nostra storia attraverso i film del passato recente e delle suggestioni che lo evocano, senza dimenticare il tempo che stiamo vivendo, quello dell’attualità.

Il programma di quest’anno propone grandi anteprime, dal cinema alle serie tv: venerdì 14 alle 21.30 sarà proiettato il nuovo film di Spike Lee BlacKKklansman, sabato 15 alle 20.30 sarà la volta de Gli Incredibili 2 di Brad Bird, seguirà alle 22.30 la presentazione dei Corti di Officine, alla presenza di Silvio Soldini quale Direttore Artistico. Domenica 16 cominceremo dando spazio alle serie tv con l’anteprima della primissima puntata di Sharp Objects di Marc Vallèe, per concludere alle 21.30 di domenica con Una storia senza nome di Roberto Andò con Micaela Ramazzotti, Laura Morante e Alessandro Gassmann.

Novità dell’edizione di quest’anno: il premio CheBanca!Fuoricinema rivolto a giovani registi.