Gender Bender!

di Paola Lezzi

Recensioni
Gender Bender!

Dal 28 ottobre al 2 novembre Bologna ospita la sesta edizione di Gender Bender, festival internazionale dedicato alle nuove rappresentazioni del corpo e agli immaginari contemporanei prodotti dagli artisti intorno alle identità di genere e di orientamento sessuale.

Quest’anno la kermesse indagherà “il maschio del futuro”, ovvero come le trasformazioni dell’identità maschile si riflettono nei vari linguaggi artistici, spaziando tra arte visiva, teatro, danza, cinema, con azioni dal vivo e dibattiti, ma anche party e serate musicali con sfide tra dj.
Molte le opere in prima nazionale e gli artisti che presentano il loro lavoro in Italia per la prima volta. A inaugurare la manifestazione sarà il grande Paolo Poli che presenterà una selezione dei suoi sketch più brillanti e pillole in anteprima del suo nuovo spettacolo “Sillabari”, ispirato ai racconti di Goffredo Parise.

Nella sezione danza la coreografa inglese Beth Cassani presenterà “13”, giocosa messa in scena di un rito di passaggio: come diventare un uomo in cinque mosse, interpretata dai suoi due figli quasi adolescenti.

Spazio anche alla produzione televisiva: “Gender Bender” presenta, in collaborazione con CULT (canale 142 di Sky), una selezione dei migliori documentari dedicati ai diversi immaginari del genere e dell’identità trasmessi dal canale satellitare. Mentre il convegno “Le serie televisive. Genere e sessualità sul piccolo schermo” analizzerà le trasformazioni culturali e sociali che la fiction, filone pop per eccellenza, produce rispetto alla rappresentazione del genere e dell’orientamento sessuale.
Attraverso questi e molti altri artisti, il festival esplorerà gli ambiti di libertà espressiva in cui le persone cercano una possibile felicità, al di là dei limiti imposti dagli stereotipi e dalle norme.