Giorgio Danke, Caldo invernale

di L'Alligatore

Recensioni
Giorgio Danke, Caldo invernale

“Caldo invernale” è il disco d’esordio di Giorgio Danke, nuova avventura “solista” di Giorgio Laini, voce storica dei bresciani Fraulein Rottenmeier. Un disco intimo e vero, danzereccio e divertente, un lavoro con il quale Giorgio si è messo a nudo rivelando molto.

Come spesso accade con le cose autentiche, alla fin fine questo “privato” si è scoperto essere universale. Il privato è politico? Come si diceva nei ’70?
Di certo questo album, musicalmente parlando, guarda agli ’80, tra guizzi di elettronica pop, momenti da (s)ballo e citazioni dirette. In questo senso i pezzi migliori sono “Come gli Abba e i Duran Duran” e “Quando mi hai baciato”, per la loro autobiografia ironica e ritmica, “L’esercito degli sfigati”, pompante pop grezzo che ti entra subito in testa, “L’estate assassina” per il bel testo, il migliore di tutte, “La volpe e la gallina”, poetica e politica, presente in ben due versioni.
A proposito di “La volpe e la gallina”, segnalo il bel video, che invito a condividere.

Lo faccio con le parole dello stesso Giorgio Danke: “perché questo è un periodo delicatissimo riguardo la questione unioni civili e voglio che il mio video rappresenti anche un aiuto nei confronti di coloro che vivono nella solitudine di un’omosessualità mai dichiarata per timore. E’ tempo che l’Italia faccia dei cambiamenti da questo punto di vista e le leggi sono il primo passo per avviare un processo più radicale di pensiero sociale.” Danke Giorgio!