Giuliano Vozella, Learn to Live

di L'Alligatore

Recensioni
Giuliano Vozella, Learn to Live

Terzo disco per il giovane cantautore pugliese, terzo disco che segna una sorta di svolta nel suo modo di concepire la musica. Una svolta rock nel suo pop-folk swingato, più inserti di elettronica, vera e propria nota dominante del 2017. Dieci pezzi così, in buona parte autobiografici in questo “Learn to Live”, disco incentrato sulla capacità dell’uomo ad adattarsi a vivere in contesti diversi.

Tra le mie preferite “The Groove” per la piena psichedelia, con l’hammond a fare magie insieme a chitarra acustica e voce, “Juggling Time” malinconico con un gran ritmo e una gran vibra, ritmo e vibrazioni maggiormente positive nella successiva “Day Surgery” (in parte ricorda il grunge dei Pearl Jam). “The Meaning Of The Waves” è forse ancora più grunge con una certa dolcezza nata da un chitarra acustica/voce impeccabili, mentre “The Sun” è il gran finale scoppiettante con dentro tante cose del disco.

Un concept-album sull’imparare a vivere, anche in differenti contesti, in luoghi apparentemente lontani: la metropoli e il paesino di mare, i grattacieli e la natura aperta … album dalle ambizioni e dal piglio di pop-rock internazionale (la voce mi ricorda, a tratti, Sting), con una delle più surreali copertine dell’anno.