Grindhouse / A Prova Di Morte

di Vera Trama

Recensioni
Grindhouse / A Prova Di Morte

 

:10 Popcorn:

1. Quentin Tarantino è sempre Quentin Tarantino (messaggio in codice per i suoi fans)

2. L’idea di ricreare le atmosfere dei film di serie Z degli anni ’70 – con tanto di graffi alla pellicola, colore che va e viene, immagini che saltano e così via – è originale e divertente

3. La scena dell’inseguimento con Zoe Bell sul cofano della macchina è semplicemente da cardiopalmo

4. La scena del crash frontale filmato da diverse angolazioni è visionaria e spettacolare

5. Tutte le protagoniste femminili sono ultrasexy e vestite in modo ultrasuccinto

6. La fotografia è impeccabile e porta davvero lo spettatore indietro di 30 anni

7. La sceneggiatura offre diverse battute azzeccate alla “Thelma & Louise” portato all’estremo

8. La colonna sonora è composta da un sacco di brani super-freakkettoni che rimangono in testa con effetto chewing-gum

9. La scena finale, pur non essendo una vera e propria scena finale, è grottesca, ultraviolenta ed esilarante

10. Il sito ufficiale americano è fichissimo, con tantissimo materiale da scaricare e con la possibilità di creare il proprio trailer e la propria locandina

:10 Uova Marce:

1. Quentin Tarantino è sempre Quentin Tarantino (messaggio in codice per i suoi detrattori)

2. Il ritmo del film, se si escludono le 2 scene di azione, è complessivamente lentissimo

3. I dialoghi sono ridondanti e, in alcuni casi, un po’ troppo prolungati e auto-compiacenti

4. Non c’è nessuno dei 4 finti trailer annunciati come ciliegina sulla torta del progetto Grindhouse (fanno parte del ‘segmento’ Planet Terror diretto da Robert Rodriguez)

5. Di fatto, non esistono né trama né intreccio

6. Non tutto il cast è all’altezza del ruolo e della situazione

7. Gli effetti Anni ’70 aggiunti in post-produzione, alla lunga, possono stancare

8. Chi si aspetta litri di sangue e valanghe di splatter rimane abbondantemente deluso

9. E’ il classico esempio di film che o si ama o si odia: difficile riuscire a valutarlo attraverso sfumature e mezze misure

10. L’insulsa operazione di marketing e distribuzione che ha separato Grindhouse / A Prova Di Morte di Quentin Tarantino da Grindhouse / Planet Terror di Robert Rodriguez fa sì che il film sembri (ma non è colpa sua) mozzato ed inconcludente. Per maggiori dettagli al riguardo, leggi la recensione completa su Morelli’s Movie Guide.