I Care a Lot: a Rosamund Pike non importa degli anziani

di Redazione Smemoranda

Recensioni
I Care a Lot: a Rosamund Pike non importa degli anziani

I care a lot, a me importa, sembra uno slogan politico invece nasconde la sostanza di una terribile truffa, un delitto mortale. Come alcuni slogan politici del resto, ma questo è un altro discorso. Il delitto messo in atto dalla protagonista di questo film del regista inglese Jonathan Blakeson è molto più concreto, e ha uno scopo, un classico scopo criminale: i soldi. Lei praticamente si occupa di anziani soli e incapaci di provvedere a se stessi, che lei però in realtà deruba di tutti i loro averi. Insomma, parliamo di un’antieroina. Anzi, peggio: proprio di una persona spregevole, da qualsiasi parte la si guardi.

(Trailer solo in inglese, il film invece è anche in italiano su Prime Video)

Con I care a lot parliamo anche di Black comedy, per semplificare, e senza dubbio l’ironia è molto nera e molto scorretta. E sembra solo un’idea originale, finché non scopri che il film è ispirato a storie vere. Molto bene.

Forse è leggermente troppo lungo (e a tratti la regia di J Blakeson fa acqua), ma se vi piace un certo tipo di umorismo nero, non troverete un esempio più perfetto di questo. Anche grazie alla grande interpretazione dei protagonsiti Rosamund Pike (Gone Girl – L’amore bugiardo) e Peter Dinklage (Il trono di spade).

Una storia molto divertente, e moltissimo contemporanea. Purtroppo.