I meme più potenti di Instagram 2018-2019

di Alessandro Terrazzano

Dai social - News

Ogni giorno, aprendo Instagram, ci imbattiamo in paesaggi, storie di amici sempre in giro per il mondo, curiosità. Ma soprattutto meme. Il loro numero, negli ultimi anni, è aumentato di parecchio, insieme a quello delle pagine dedicate.Siccome i meme sono destinati a sparire nel gorgo di internet e a essere dimenticati, ne abbiamo selezionati dieci da ricordare, tra le centinaia dell’ultimo anno. O forse sarebbe meglio dimenticarli, in effetti?

Numero 10

Un video dei terrapiattisti, coloro che sostengono fortemente che la terra sia piatta. Sul web il video è diventato immediatamente virale, grazie anche un servizio delle Iene. Il nome del cosiddetto “effetto pac-man” deriva dal fatto che, sempre secondo la teoria dei terrapiattisti, andando a un estremo del nostro pianeta, ci si ritroverà immediatamente dall’altra parte, come nel videogioco anni ’80.

Numero 9

In nona posizione troviamo José Mourinho, l’allenatore che, alla fine di Manchester United-Juventus giocata lo scorso Novembre 2018, ha deciso di andare sotto la curva dei tifosi della Juve e di dedicare loro il più classico gesto “Non parlate più, eh?!”

Numero 8

Spongebob, uno dei cartoni più meme-izzati degli ultimi anni. In questa foto potete immaginare di mettere una scritta sulla pagina bianca che sta per essere bruciata, come per dire che non vi importa proprio niente di quello che dovreste fare!

Numero 7

Sono pronto a scommettere che la maggior parte di voi, attraverso la scuola o la rete, conosca questo ragazzo. Un videominuto in cui il tipo in questione, mentre guida a 130 km/h in autostrada, ha la simpatica idea di riprendersi mente bestemmia e canta a squarciagola “Animals” di Martin Garrix. Al di là delle irripetibili volgarità, il fatto interessante è che il video ha divertito lo stesso Garrix, il quale, in un concerto all’autodromo di Monza, ha deciso di urlare ai suoi fan “130 SI VOLA!”

Numero 6

Questa immagine viene da un video che sta circolando da poco in rete: un’anziana signora, durante una diretta tv, si è piazzata dietro a un giornalista per poi urlare a squarciagola “MALEDETTI!”. Probabilmente riferito ai politici attuali, dato che il servizio era su di loro.

Numero 5

L’immagine è tratta dal film Kung Fu Panda; in questa scena il maestro Oogway pronuncia le sue ultime parole prima di morire. La frase ricorda molto la sensazione che proviamo noi studenti quando i nostri genitori tornano dai colloqui con i professori!

Numero 4

Dal video di questo simpatico contadino sono state ricavate altre immagini divertenti, ma questa è quella più conosciuta. Potete usare “Non è molto, ma è un lavoro onesto” specialmente quando, sapendo di non aver studiato un bel niente, copiate da un vostro compagno di banco, ma riuscite a prendere un voto più alto del suo!

Numero 3

Anche qua sono pronto a scommettere che tutti voi conosciate questa signora che, a giudicare dalla sua voglia di urlare, è sempre la stessa di “MALEDETTI!”, ma un anno prima!

L’anno scorso l’abbiamo conosciuta attraverso questo video virale in cui cantava con tutto il suo cuore “Meno male che Silvio c’è” durante una manifestazione dedicata a Berlusconi.

Numero 2

Sul secondo gradino del podio troviamo questa battuta tratta dal film “Il Signore Degli Anelli”.

Numero 1

E per chiudere in bellezza, in prima posizione troviamo questo meme che, nonostante non compaia nelle nostre home da tanto tempo, è stato per tutto il 2017 e per i primi mesi del 2018 la base da cui è stato creato il 90% delle pic su instagram. L’immagine di Messi che si chiede cosa stia succedendo è diventata così famosa che, sempre nell’ambiente calcistico, sia giocatori sia allenatori hanno provato a emularlo per provare a diventare un meme anche loro.