Racconti di Smemoranda 2004


  • Gentile Sabrina

    di Raul Montanari

    Gentile Sabrina,sono il direttore del personale della ditta nella quale lei lavora da tre anni come impiegata, nel reparto gestione fornitori e contratti. Insomma, sono io: il dottor Werner Oronzo. […]

    Leggi +
  • Da fermo

    di Tiziano Scarpa

    Io sono Napoleone. Sono Marilyn Monroe. Sono il Faraone.Ogni mattina scelgo uno dei miei costumi. Esco. Mi metto in posa davanti ai portici di piazza Duomo. Se piove, mi metto […]

    Leggi +
  • Lettera agli UFO

    di Aldo Nove

    Cari Ufo,vi scrivo perché non so più con chi parlare. Mi sento solo. Voi, mi piacete. Mi piace il vostro essere spaziali, quelle tute che avete. Siete così lontani. Così […]

    Leggi +
  • Proselitismo

    di Bruno Arpaia

    Chi c’era, a Napoli, se la ricorda bene quella fine di agosto del settantatré. Dice: le cozze. Macché. Vabbè che il mare non era veramente mare, da Torre a Bacoli […]

    Leggi +
  • Brindisi per un cappotto bordò

    di Laura Pariani

    Un pomeriggio in un vecchio caffè di Buenos Aires guardando piovere da dietro le vetrate. “Beviamo qualcosa di forte” propongo a Nicola mentre ci sediamo, “Per esempio, una ginebra.” E […]

    Leggi +
  • Senti l’estate che torna

    di Gianfranco Bettin

    Qualcuno parlava troppo forte là fuori. La finestra era aperta, per il caldo cocente della notte. Distesa sulle lenzuola rosa lei dormiva, silenziosa come la luna. Lui era sveglio. Avevano […]

    Leggi +
  • Lei rideva

    di Michele Serra

    Abito vicino alla Madonna del Faro. Quella che piange quando affondano i pescherecci. Da non confondersi con la Madonna del Molo. Quella che piange quando si scontrano i traghetti.Ma per […]

    Leggi +
  • Stare al mondo

    di Enrico Brizzi

    Il ragazzo che fumava in fondo al vagone guardò Rocco e disse: “È qualcosa che devi meritare, ma alla fine l’abbiamo meritato e, per la miseria, ne valeva la pena.” […]

    Leggi +
  • Araba

    di Marco Vichi

    La fitta al piede mi fece l’effetto di un tiro di coca. Mi alzai dal letto, infiammato di lucidità. Il cuore mi gonfiava il torace di battiti oleosi e lenti. […]

    Leggi +
  • Difficoltà per le ragazze

    di Rossana Campo

    Così gli hai detto? Proprio così? fa la Giusi.Ahà, fa la Nunzi sfumacchiandosi il filtro dell’emmesse.Dai ridimmelo, ridimmelo, ti prego, fa la Nico, mi esalta troppo.La Nunzi si tira un […]

    Leggi +
  • Sapone di potassio

    di Gino&Michele

    C’era la Rosaria che di secondo nome faceva Addolorata. Misericordiosa di terzo, e vai così, perché quando il destino si accanisce, lo fa per davvero. Il destino in quel caso […]

    Leggi +
  • Il signor Topone

    di Paola Mastrocola

    Al mare, in un bar del porto davanti al molo, ho visto un uomo con il costume, i sandali e una maglietta bianca. E fin qui, niente.Ma sulla maglietta in […]

    Leggi +