Racconti di Smemoranda 2003


  • Nighthawks, 1942

    di Gino&Michele

    C’è una lunga vetrata ricurva. Dentro c’è un bar. Dentro al bar c’è Linda, perché lei si chiama Linda. Lui è Rudy, lo si capisce dal Borsalino adagiato morbido sulle […]

    Leggi +
  • La visita

    di Raul Montanari

    omaggio a Edgar Allan Poe Il telecomando era sul bracciolo della poltrona; la mano, segnata da vene scure, stava sopra il telecomando. L’indice premeva un tasto, poi un altro. Le […]

    Leggi +
  • Cappuccetto rosso e il problema della disoccupazione

    di Manuel Vázquez Montalbán

    Avere una madre miserabile che apre le tende e alza le tapparelle alle sette di mattina, con l’intenzione di gettarti sul mercato del lavoro così di buon’ora, sarebbe giustificabile se […]

    Leggi +
  • Figli e bottoni

    di Paola Mastrocola

    Io adoro le mercerie.Non ce ne sono quasi più. Per il fatto, vecchio e risaputo, che nessuno più cuce, quindi che bisogno c’è di qualcuno che ti venda, aghi, fili, […]

    Leggi +
  • 1° storia ambientata nell’oltretomba

    di Aldo Nove

    “Dicono che si ritorna come dei bambini…”“In che senso?”“Dopo morti, si ritorna come bambini.”“Cioè?”“Che ci passano tutte le menate che con gli anni uno si fa venire in mente dopo […]

    Leggi +
  • Le cose dell’amore

    di Luis Sepúlveda

    LE COSE DELL’AMORE Quando ci vedemmo per la prima volta, riflessi negli specchi dell’enorme salone dei banchetti del Centro Catalano di Santiago, avevamo tutti e due quattordici anni. Eravamo alla […]

    Leggi +
  • Tiruqué

    di Laura Pariani

    A volte, soprattutto quando di notte cammino insonne da una stanza all’altra, mi pare di sentire nell’orecchio un fruscio ritmato che mi segue. Credo sia colpa delle alte volte della […]

    Leggi +
  • L’estate di Picasso

    di Ray Bradbury

    George e Alice Smith sbarcarono a Biarritz, in una giornata d’estate, e in un’ora corsero in albergo, e poi sulla spiaggia, e poi nell’oceano, e poi uscirono di nuovo per […]

    Leggi +
  • Cabo Delgado

    di Enrico Brizzi

    I primi giorni Ernesto non usciva di casa, come un malato. Andavo a trovarlo, a volte carico di doni e altre a mani vuote, e lui aveva sempre questi occhi […]

    Leggi +
  • Ted Goodson

    di Andrea De Carlo

    La prima volta che sono arrivato a Los Angeles non avevo la minima idea di cosa fare nella vita, ma speravo di scoprirlo lì, per qualche genere di miracolosa illuminazione. […]

    Leggi +