Il Ballo Dell’Orso Secondo me mi piace

di L'Alligatore

Recensioni
Il Ballo Dell’Orso – Secondo me mi piace

Eretici, erotici, sboccati, fortissimi, sono i toscanacci Il Ballo Dell’Orso all’esordio con questo trascinante album uscito sul finire del 2016 (ma che va bene ascoltare per tutto il 2017 e oltre). “Secondo me mi piace”, titolo sgrammaticato, che ben si adatta al loro rock demenziale dalle venature folk cantautorale, è costituito da un susseguirsi di episodi tra il trash e il boccaccesco, che loro, toscani di Arezzo, sanno ben padroneggiare.

Il disco ideale da portarsi in viaggio e far ripartire fino alla noia (direi anche in gita scolastica, se non avete prof troppo bacchettoni). Si inizia con “L’ultimo uomo sulla terra”, folk-rock con l’armonica e tante belle parolacce, per poi incontrare ”Ettore”, pop-rock ballabile e scanzonato che vira verso il sirtaki, perché il protagonista preferisce questa danza greca al lavoro (geniale). Siamo solo ai primi due pezzi, che facilmente canteremo già a memoria, e arriva il terzo, “Madame Gina”, ritmico e rilassato, con fiorire di doppi sensi, il quarto, psichedelico “Holy Motors”, il quinto “Sinceramente. Sfogo”, cantautorale malinconico nel suo chitarra/voce/piano, senza dimenticare la volgarità, non gratuita, ma simpatica, alla Elio …

Nove canzoni così, incredibili e divertenti, sembrano improvvisate ogni volta che accendi il disco, invece c’è dietro un bel lavoro, un sacco di tecnici preparati, provenienti dal concorso “Toscana 100 Band”.
Per chi non lo sapesse, dico che per “ballo dell’orso” s’intende una patologia consistente in un’azione motoria in cui il cavallo sposta il  peso prima su un arto poi  sull’altro, facendo dondolare la testa e il collo. Dopo l’ascolto di questo disco potreste fare così anche voi, ma val bene rischiare…