Io non ti lascio solo

di Alessia Gemma

Recensioni

Questa è una storia che parte da due diari segreti ritrovati. Sono i diari dei due amici per la pelle Filo e Rullo.

E dai loro fogli parte la ricostruzione di una storia strana, un po’ spaventosa, un giallo di formazione, per mettere insieme i due generi principali di  questo romanzo.

Pagina dopo pagina viene fuori un mondo di fragilità (sarà un caso che il romanzo è scritto da uno psicologo e psicoterapeuta?!) e un’amicizia che solo a quell’età può essere così intensa. In mezzo, tra gli altri, ci sono un cane che si perde nel bosco e una bambina, Amelié, vivace e curiosa.

L’amicizia e i rapporti familiari sono i grandi temi: Filo ha perso la mamma ed è in conflitto con il padre, Amelié vive con i nonni. 

La storia si dipana attraverso il doppio diario che narra la vicenda da due punti di vista differenti e paralleli. Sin dall’inizio una buona dose di suspense.

Un’avventura nelle campagne di due amici diversi e inseparabili, la paura, e un’estate che (come nelle vecchie storie) ti cambia la vita davvero. 

“Ogni personaggio del romanzo rappresenta una parte di noi: quella razionale (Filo), quella emotiva (Rullo), quella pazza (Scacco), quella bambina (Ameliè), quella mostruosa (Guelfo), quella adulta (Il padre) e così via. Solo affrontando con coraggio le sfide e la faticosa avventura di crescere possiamo scoprire che la loro accettazione e integrazione è l’unica strada che ci permette di trovare l’armonia interiore e il benessere… e allora sì che si può piangere, da uomini veri.” Gianluca Antoni

La curiosità extra legate a questo libro:

i diritti cinematografici sono stati venduti prima della pubblicazione 

e insieme al libro è uscita anche la versione audiobook con le voci di Andrea Oldani e Roberto Accornero. Disponibile su Audible.