Kill your sons

di Giovanna Donini

Recensioni
Kill your sons

Ieri, a Roma, un 21enne si è ucciso lanciandosi nel vuoto. In una lettera ha accusato l’Italia di “essere un paese omofobo”. Era gay. Forse era solo. Forse era stato bersagliato da “ometti” omofobi che non conoscono la paura e vivono, liberamente, di odio e cattiverie. Forse era troppo stanco per combattere. Forse era incompreso. Sicuramente era disarmato e si era arreso e, così, si è ucciso lo stesso giorno in cui è morto il grande Lou Reed. Il poeta del rock aveva 71 anni. Era nato a New York. Era un cantautore e polistrumentista. Era un poeta. Amava il rock and roll e aveva una voce calda, piena, magica. Scriveva e cantava canzoni meravigliose, una di queste: Kill Your Sons.

Nel 1956 quando era ancora un adolescente Lewis Allan Reed venne sottoposto ad una terapia di elettroshock che avrebbe dovuto curare la bisessualità che si stava manifestando in lui; nel 1974 Reed scrisse appunto Kill Your Sons circa questa esperienza che lo traumatizzò fortemente.

Chissà se quel ragazzo di 21 anni conosceva la musica di Lou Reed. Lou Reed, invece, conosceva sicuramente la sofferenza e il disagio che attraversava l’anima di quel ragazzo.

Traduzione del testo Kill your sons
di Lou Reed

Tutti i tuoi psichiatri da strapazzo
ti fanno l’elettroshock
hanno detto che ti avrebbero lasciato
vivere a casa con mamma e papà
invece che in ospedali psichiatrici
ma ogni volta che provavi a leggere un libro
non riuscivi ad arrivare a pagina 17
perché avevi dimenticato dov’eri
così non potevi neanche leggere

Non lo sai? ti ammazzeranno i figli
Non lo sai? ti ammazzeranno, ti ammazzeranno i figli
ti ammazzeranno, ti ammazzeranno i figli
fino a quando non scapperanno via

Mamma al telefono mi ha detto
che non sai più che fare con papà
lui ha preso un’ascia e ha spaccato il tavolo
non sei felice di essere sposata?
nostra sorella si è sposata a Manhattan
e suo marito prende il treno
è grande e grosso e non ha nemmeno il cervello

Non lo sai? ti ammazzeranno i figli
Non lo sai? ti ammazzeranno, ti ammazzeranno i figli
ti ammazzeranno, ti ammazzeranno i figli
fino a quando non scapperanno via

Creedmore mi ha trattato proprio bene
ma Payne Whitney ancora meglio
e quando sono andato fuori dall’ospedale psichiatrico
ero così triste…