L’altra faccia di Napoli… e del Teatro

di La Redazione

Recensioni
L’altra faccia di Napoli… e del Teatro

Istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e conteso fino all’ultimo momento dalla ‘battagliera’ candidatura di Genova e di diverse altre città italiane, sta finalmente per aprire i battenti a Napoli il primo Festival Nazionale di Teatro, un evento che, come si legge nel comunicato ufficiale, «mira a favorire la diffusione di una cultura del teatro tra i giovani e ad aprire la città e la regione alle grandi correnti culturali che si manifestano a livello internazionale. Sperimentare, conoscere, divulgare, scoprire: sono queste le parole d’ordine di Teatro Festival Italia».

La kermesse si svolgerà dal 10 al 13 ottobre prossimi in una Cittadella appositamente allestita nell’incantevole cornice del porto, «spazio aperto e proiettato verso il mare, luogo ideale in cui ospitare il Prologo 2007, sia per la grande disponibilità di spazi in un punto centrale delle città, sia per gli ottimi collegamenti via terra e via mare»: progettata come un vero e proprio polo multifunzionale, comprenderà due Tenda-teatri e un’Area Dj Setall’interno dei quali si svolgeranno i numerosi eventi in programma ad orario continuato nell’arco di tutte le giornate del Festival, alcuni dei quali ospitati anche dal Teatro San Carlo, dal Teatro San Ferdinando e dagli altri centri teatrali dislocati nel capoluogo campano.

Trattandosi di una manifestazione rivolta principalmente ai giovani, svariate sono le soluzioni messe a disposizione dagli organizzatori per richiamare il pubblico degli Under34: in primo luogo, un Festival Pass giornaliero al prezzo ridotto di soli 5 euro per assistere a tutti gli spettacoli in cartellone in ciascuna data; secondariamente, la possibilità di alloggiare sulla Nave-ostello TFI ancorata presso la Cittadella al porto sfruttando il Boat Festival Pass con tariffe a partire da 20 euro.
Per Napoli e per il Teatro Festival Italia, quella di quest’anno sarà una sorta di ‘edizione/aperitivo’ alle prossime due previste in forma decisamente più ampia e sfarzosa per l’estate 2008 e 2009, della durata di 15 giorni fra fine giugno e i primi di luglio. Un fermento sicuramente salutare sia per risollevare l’immagine di Napoli – tragicamente precipitata negli ultimi mesi, purtroppo, a quella di una «discarica a cielo aperto» – come città d’Arte (con la A maiuscola) a tutti gli effetti, sia per rilanciare il Teatro come disciplina appannaggio non soltanto di una ristretta élite di iniziati bensì in grado di comunicare tutta la sua forza espressiva al numero più esteso di persone possibili.

TEATRO FESTIVAL ITALIA – Napoli, 10/13 ottobre 2007
Per informazioni, dettagli e programma completo degli eventi: www.teatrofestivalitalia.it