Le cose che non ho detto a mio padre

di Giovanna Donini

News
Le cose che non ho detto a mio padre

Il mio papà è mancato l’anno scorso e non c’è giorno in cui io non lo pensi. Mi manca. E mi sento mancare quando penso a tutte le cose che non sono riuscita a chiedergli e a dirgli.

Non sono riuscita a dirgli:
-Non so come fai tu, ma io, comunque, i peperoni non li digerisco.
-Io, grazie a te, sinceramente, non ho mai pensato di votare Lega.
-Come si fa ad amare una persona per più di tre anni? Dimmelo tu che sei stato con la mamma quasi 50 anni…
-A proposito di amore, caro Papà, questa è la mia fidanzata. Si, lo so, che l’avevi capito, ma voglio sapere cosa ne pensi? Ti piace? Pensi che sia la donna giusta per me?
-Tu quando hai capito che la mamma era la donna giusta per te?
-Ti ho deluso quando hai capito che nella mia vita, a parte te, non avrei mai amato un uomo?
-E se, un giorno, io e lei, decidessimo di avere un figlio?
-Tu da piccolo com’eri? Si, lo so che me l’hai già detto, ma voglio che tu me lo ripeta.
-E io da piccola com’ero? Si, lo so che mi hai già detto anche questo, ma adesso sono diventata più brava ad ascoltare, a capire le parole, a sentire quello che mi dici.
-Ti piace ballare? Non ti ho mai visto ballare… tu sempre a leggere, io pure.
Grazie. Ti ringrazio. Per tutte le parole che mi hai insegnato e per tutte le volte che mi hai abbracciato.