Le miniguide #Smemotour: Genova di Giovanni Vernia

di La Redazione

Attualità
Le miniguide #Smemotour: Genova di Giovanni Vernia

Smemo in tour a Genova con Giovanni Vernia e i suoi 5 posti preferiti in città

(clicca sulla cartina per ingrandirla e/o stamparla!)

Ecco i top Smemoplaces da vedere a Genova suggeriti da un grandissimo cioè me:

1) Boccadasse. Spettacolare borgo marinaro proprio in città. De André pare andasse lì a scrivere le canzoni, ma io non sono De André quindi ci andavo a limonare con le tipe, a prendere il gelato più buono di Genova (da Amedeo, lo cito sperando che legga e me lo offra gratis) e a comprare una focaccia da urlo. Attenzione non è un posto per chi non sa godersi la vita.

 

2) Via San Vincenzo e Via Venti Settembre. Comunemente dette Via Venti e via Sanvi. Le due vie principali per lo struscio del sabato pomeriggio. Se avete una fidanzata ne sarà felicissima: Zara, H&M, Calzedonia, Intimissimi tutte concentrate in pochi metri. Se avete un fidanzato e volete farvi lasciare è il posto giusto.

 

 

3) La casa di Cristoforo Colombo. È una casetta mezza crollata in centro. Niente di che ma utile perché porta ai famosi “vicoli”, piccole viuzze strettissime che compongono il centro storico di Genova. Piazza delle Erbe (nomen omen!) piena di locali e ragazzi la sera. Cercate di non sbagliare percorso, non sono ben frequentati, una volta Tyson ci si è perso e l’hanno trovato che piangeva e urlava “voglio la mamma”.

 

 

 

4) Casa mia. Non è un granchè ma ci sono nato io. Nel quartiere basta chiedere di quella casa dove ha vissuto per 26 anni “quello coi pantaloni muccati”. Tutti risponderanno “sì lo sappiamo, sembrava così tanto una brava persona”.

 

 

 

 

5) L’acquario. È bello, nulla da dire. E alla fine potete andare da Eataly che è a due passi e mangiarvi una buonissima focaccia al formaggio di Recco con vista sul porto. Attenzione: andateci prima di andare nei vicoli perchè se vi fregano il portafoglio tutte queste cose belle non potete farle.

Ciao 🙂
Gio

LE ALTRE MINIGUIDE:

Milano di Claudio Bisio

Bologna di Luca Carboni

Lecce dei Sud Sound System