Le miniguide #Smemotour: Pioltello di Debora Villa

di La Redazione

Attualità

 Smemo in tour a Pioltello (in provincia di Milano) con Debora Villa e i suoi 5 posti preferiti:

CLICCA SULLA MAPPA PER INGRANDIRLA E STAMPARLA

A pioltello c’era il polo chimico, la città satellite e i boss al confino. a Pioltello c’erano lo spaccio di eroina, le sparatorie dai balconi e il coprifuoco ma c’erano tanti posti belli nei quali ci si poteva rifugiare e vivere un’infanzia serena. Ora non mi ricordo quali fossero… però volendo c’erano!

2) La Chiesa di  Sant’Andrea. Il mio primo svenimento. Che tenerezza. Probabilmente a causa del troppo incenso. ho sempre pensato che più che una funzione, quella della domenica, sembrasse un concerto dei Rolling Stones. Fumo sull’altare come nebbia in Val padana. Avevo 9 anni ma lo ricordo come fosse ieri perché nel pomeriggio sarei dovuta andare a vedere GREASE! siccome in mattinata finii al pronto soccorso i miei preoccupati non mi ci mandarono. Ovviamente. Non sono più entrata in una Chiesa. Ovviamente.

3) L’oratorio. Luogo di aggregazione Giovanile. Essendo l’unico spazio con bar, campi di calcio, pallacanestro e spazi all’aperto e al chiuso che si potevano occupare gratis o al massimo con 100 lire al giorno, erano sempre pieni di ragazzi e ragazze di ogni età. I ragazzi rigorosamente da una parte le ragazze dall’altra.  Intendo proprio in un altro oratorio. Tranquilli ho recuperato dopo. L’aggregazione intendo. Ah se mi sono aggregata!

4) Il Parcone. Praticamente l’unico parco che c’è ma per fingere che sia una zona residenziale lo chiamano così come per differenziarlo da altri mille parchi piccoli. Certo se si ostinano a chiamare parchetto una spianata di cemento con sopra una giostra, un’ altalena e una panchina, allora in effetti un parco che è effettivamente un parco merita di essere chiamato “il parcone”. Esso ha, per quelli della mia generazione un significato speciale, quasi sacro. Luogo di aggregazione spontanea giovanile, in un posto dimenticato da dio come solo Pioltello sapeva essere, ha raccolto centinaia di ragazzi pieni di creatività, energia, vitalità. Ed è lì che passavano le ore… Seduti. Sdraiati. Ma non pensate male io vi garantisco che non ho mai visto nessuno, dico mai e dico nessuno, fare sport.

5) Il parcheggio del cimitero. Beh, questo è troppo anche per me… Che ognuno si faccia il film che vuole!

Debora Villa

 

 

 

 

VINCI UNA GITA CON NOI. Partecipa, manda la foto dei tuoi posti preferiti nella tua città preferita, qualsiasi! Li mettiamo nelle miniguide! 
Segnalaci con foto e/o testo qua:

instagram Smemoofficial (con #Smemotour)

Facebook in bacheca Smemoranda NON IN EMAIL

Twitter (con Foto e #Smemotour)

LEGGI IL REGOLAMENTO COMPLETO: http://www.smemoranda.it/post/1630/Il-regolamento-del-concorso-SmemoTour

Vivi, Ama, Ridi e… GO!