Le sirene ti parlano di te

di Alessia Gemma

Recensioni
Le sirene ti parlano di te

Le sirene vi avrebbero portato dove vi sarebbe piaciuto. Questo almeno è quello che ci lascia intendere Emanuele Coco, lo scrittore de Il circo elettrico delle sirene, che non è una canzone di Vinicio Capossela, ma un libro che parla di queste avvenenti donne pesciolone…

“Chi è in grado di vedere veramente ciò che ha dinanzi gli occhi? Non vediamo forse solo il riflesso dei nostri sogni o l’ombra dei nostri incubi?” è la prima domanda che ci fa lo scrittore. Boh! è la risposta, perché siamo ancora a pag 5 di questo viaggio in mare che parte dal mito e punta dritto dritto all’io.

Ralph Eugene Cahon Jr

Il libro inizia con una donna, La Donna, che nacque con una terrificante condanna… era bellissimissimissima, porella. Non era una sirena, era Elena, e Troia non è l’aggettivo che verrebbe in mente a noialtre al suo cospetto, ma la città che fu devastata dalla sua bellezza. E che c’entra Elena di Troia? Elena morì perché non diede ascolto alle sirene. E uno.
Ralph Eugene Cahon Jr

Due: ora so che certe sirene mica erano mezze sardina e mezze bone. Le prime sirene erano pennute: uccelli con la testa di donna. Erano le sirene “nervosette” e “suscettibili” di Ulisse (che comunque, si evince dal libro, sbagliò di grosso a non seguirle…). Si badi bene però a non chiamarle galline, perché le prime Sirene si concedevano mica: erano votate alla castità loro. Poi fortunatamente la compagna Afrodite s’incazzo perché diamine, che è tutta questa ritrosia per il sesso? E per punizione le trasformò in uccello…
E perché poi si sono strappate le ali? “Per una specie di X Factor”. Ah ecco…
John William Waterhouse

In tutto questo casino una sola certezza: oggi Ulisse non avrebbe esitazioni: le inseguirebbe. Perché qui e ora è diverso, perché qui e ora non abbiamo più il bel palazzo di Ulisse, mezza Itaca che ci aspetta e una Penelope fedelissima. Qui e ora “si sta più a mezz’aria”. E allora ci proviamo pure con le sirene, cosa abbiamo poi da perdere? Di questo parla il libro.
Ralph Eugene Cahon Jr
Tra le righe troverete i tre modi d’adescamento di queste femmine: col canto, con l’aspetto, con la frequentazione. Non posso dire altro…

…le sirene ti assalgono di notte
create dalla notte
han conservato tutti i volti
che hai amato e che
ora hanno le sirene
te li cantano in coro
e non sei più solo
sanno tutto di te
e il meglio di te
è un canto di sirene
e si sente nel rimpianto
di quanto è mancato
quello che hai intravisto e non avrai
loro te lo danno
solo col canto
ti cantano di come sei venuto dal niente
e niente sarai