Le Smemo di Gabriele

di La Redazione

Storie di Smemo
Le Smemo di Gabriele

Ci ha scritto Gabriele, che fa il bibliotecario a Lecce.

Questa qui è la sua biblioteca. Dentro ci sono qualcosa come 120.000 documenti, compresi 375 pergamene, 486 manoscitti, 31 incunaboli, 435 cinquecentine, altlanti e carte geografiche, oltre a numerose edizioni del XVII e XVIII secolo. Ci sono anche 40 punti di accesso a internet, ma forse, per una volta, quella non è molto importante. La biblioteca è intitolata a Nicola Bernardini, e ci trovate anche uno scaffale molto speciale. Unico.

Esatto: tutte le Smemo – “Smemorandone”, dice Gabriele, perché a lui piacciono quelle grandi – dal 1993 a oggi. Ci ha raccontato Gabriele che le ha raccolte lui, ma poi non ha resistito e le ha messe a disposizione del pubblico. Oggi quello è uno degli scaffali più visitati. E dire che la cosa ci lusinga è molto, molto poco.

Non sappiamo se si possono lasciare dediche, su quelle Smemo, ma potrebbe essere una buona idea…