Let’s Tap

di Michele R. Serra

Recensioni
Let’s Tap

Avete scoperto che con le mani sapete fare di tutto? Se pensate di avere il senso del ritmo, e vi capita di tamburellare con le dita sul banco interi pezzi dei Metallica, avete trovato il videogame che fa per voi. Si intitola Let’s tap, gira sul Nintendo Wii e si gioca semplicemente con le nude mani. …Ok, in effetti: con le nude mani, il controller Wii mote e con una scatola di cartone, che trovate dentro la scatola di cartone (…) che contiene il gioco. In realtà va bene una qualsiasi superficie piana, purché non sia troppo rigida, perché deve trasmettere le vibrazioni.

Il concetto di gioco alla base di Let’s Tap è imolto diverso da tutto quello a cui eravamo abituati. Praticamente dovete appoggiare il controller sulla superficie piana, a.k.a. la scatola di cartone, dritto di fronte a voi, e poi dovete tamburellare con le dita sulla scatola, in modo tale che le vibrazioni si trasmettano al Wii Mote che, sensibile com’è, vi farà giocare. …Ma a cosa? Si tratta di cinque minigames piuttosto semplici, in cui dovrete ad esempio mantenere in equilibrio una pila di blocchi, tenere il tempo di un brano musicale, oppure far correre il vostro personaggio lungo un percorso a ostacoli. Quest’ultimo, poi, è anche il più bello.

La semplicità e intuitività dei comandi rendono Let’s Tap un gioco perfetto da fare in compagnia, anche perché non bisogna sottovalutare il piacere di mostrare questo strano modo di giocare agli amici. Da soli, invece, difficilmente vi terrà impegnati per più di dieci minuti. Anche perché la scarsissima profondità dei minigames semplicemente non li rende adatti a chiunque abbia superato i dieci anni di età. L’altra faccia della medaglia è che, se avete dei bambini, loro si divertiranno non poco.

Superato lo stupore per la modalità di gioco bizzarra, Let’s Tap si svela per quello che è, cioè un passatempo carino e niente più. Utile per una serata con gli amici, o per divertirsi un po’ con i più piccoli.

Let’s Tap gira su Nintendo Wii.