I libri per l’estate 2019

di Caterina Balducci

Attualità - News

Che siate sotto l’ombrellone, a bordo piscina, stesi su un prato, o sdraiati sul divano… Questi sono i libri per l’estate 2019 che vi consigliamo per le vostre specialissime vacanze!

Non di sole serie tv si vive…

Ma se non ne siete così convinti, qui trovate un elenco di titoli* da cui sono state tratte alcune delle serie più appassionanti, originali e famose degli ultimi dieci anni (ehm, provate a dire qual è la prima). *nel caso di saghe vi abbiamo indicato il primo volume… a meno che non decidiate di tuffarvi direttamente sulle edizioni cofanetto.

libri-estate-2019

1.     George R. R. Martin, Il Trono di Spade, Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco 

Winter is coming, c’è bisogno di aggiungere altro? Il primo volume della saga che ha stregato alcune manciate di milioni di persone…

2.     Cassandra Clare, Shadowhunters, Città di ossa

Il primo episodio del fantasy urbano che racconta in modo epico vite di adolescenti, dei loro genitori e di cacciatori di demoni…

 3.     Lemony Snicket, Un infausto inizio, Una serie di sfortunati  eventi

Alla sfiga non c’è limite, e qui lo vediamo bene… Ma, sapete cosa? A un certo punto tanto accanimento fa addirittura venir da ridere! (O, allmeno, Lemony Snicket ci riesce)

4.     Gerard Way & Gabriel Bà, Umbrella Academy – Suite dell’Apocalisse

A un certo punto il frontman di un gruppo piuttosto conosciuto (lui è Gerard Way, la band – sciolta nel 2013 – si chiamava My Chemical Romance) si mette a disegnare fumetti con protagonisti dei supereroi un po’ improbabili: curiosi?

5.     Neil Gaiman, American Gods

Qui c’è Shadow che, uscito di prigione, viene ingaggiato da quello che si rivelerà essere… Odino, con un piano molto preciso sul suo nuovo pantheon…

6.     Suzanne Collins, Hunger Games, libro 1

Cosa sono gli Hunger Games? Reality show spietati che vanno in onda nella tv di Capitol City, una città ricca e potente governata da un tiranno. Ogni anno vengono sorteggiati due ragazzi tra i 12 e i 18 anni che devono sfidarsi agli hunger games davanti alle telecamere, uccidendo l’avversario… Mozzafiato!

I graphic novel che dovete leggere per forza!

Che raccontino fatti storici, scientifici, o cose di tutti i giorni, queste storie a fumetti non vi faranno staccare gli occhi dalle loro pagine: promesso!

libri-estate-2019

1.     Art Spiegelman, Maus

Maus in tedesco significa topo, e qui i topi rappresentano gli ebrei perseguitati e rinchiusi durante il nazismo. Partendo dalla storia del padre (sopravvissuto ad Auschwitz), Spiegelman ci dà un pugno nello stomaco con i suoi fumetti potentissimi: indimenticabile.

2.     Zerocalcare, La profezia dell’armadillo

Se non sapete ancora chi è l’armadillo dovete darvi una mossa, anche perché in realtà è già gran parte del tempo con voi: quella vocina che vi dice cosa dovreste fare e non fare, e che vorreste togliervi di torno… Ma è impossibile. Il primo Zerocalcare non si scorda mai!

3.     Luigi Garlando-Claudio Stassi, Per questo mi chiamo Giovanni

Palermo, 2002: dieci anni dopo la tragica morte di Giovanni Falcone un ragazzino – Giovanni – ripercorre attraverso i racconti del padre la storia di un eroe del nostro tempo.

4.    Marjane Satrapi, Persepolis

Questo è un fumetto che, come se salissimo su tappeto persiano, ci porta senza nessuna fatica in Iran, partendo dall’infanzia di Marjane, negli anni ’70, e facendoci scoprire tanto della storia e della cultura di quel paese.

5.     Luca Perri-Tuono Pettinato, Errori galattici. Errare è umano, perseverare è scientifico

 Tutti possono sbagliare, e se poi sono stati scienziati che hanno cambiato per sempre la storia dell’umanità anche di più! Da Einstein a Guglielmo Marconi, le cantonate più clamorose raccontate da un astrofisico e illustrate da un disegnatore che sembra già uno scienziato pazzo!

6.     Sarah Andersen, Crescere, che palle!

Non ce la sentiamo di riassumere in poche parole l’universo di Sarah Scribble: dovete viverci un po’, per la durata di un libro o per sempre… Non chiederete niente di meglio della compagnia di quest’antieroina, con la sua goffaggine e il suo disincanto…

Nessun uomo è un’isola, nessuna storia è isolata

Le storie dei ragazzi di altri mondi, così lontane così vicine.

libri-estate-2019

1.     Malala Yousafzai, Io sono Malala

Quella di Malala è una storia che poteva essere normalissima, ma non in Pakistan, il paese in cui è nata e cresciuta. Il suo impegno per difendere l’importanza dello studio le è costato un attentato da parte dei talebani nel 2014: ma la sua forza è stata molto più grande.

2.     Fabio Geda, Nel mare ci sono i coccodrilli

Enaiatollah è solo un ragazzino ma è costretto a iniziare un viaggio dall’Afghanistan: imprevedibile, insidioso ma – soprattutto – ingiusto. Dentro, ci troverà tutto il brutto e tutto il bello dell’umanità e del mondo. E dopo non smetterete di pensare a lui.

3.     Francesco D’Adamo, Storia di Iqbal

Iqbal, schiavizzato, cerca una via d’uscita per sé ma anche per tutti i ragazzini pakistani che vivono la sua condizione. Non si ferma, tra tentativi di fuga e la volontà di cambiare le cose, e diventa un simbolo per lotta dei diritti dei minori… Con un finale che vorremmo poter riscrivere.

4.     Nicolò Govoni, Se fosse tuo figlio

Nicolò ha un sogno grande, almeno quanto il Mar Mediterraneo, così azzurro e così crudele: convincere Hammudi, e gli altri bimbi rifugiati siriani del campo greco di Samos, che nella casa del mondo c’è posto per tutti, e che l’amore se lo meritano tutti… a partire da loro.

5.    AAVV, Anche Superman era un rifugiato

Dodici racconti, scritti da dodici autori, che narrano le storie di chi è costretto a scappare e trovare riparo: dagli eroi antichi ai profughi di oggi.

6.    VV, Every child is my child, Storie vere e magiche di piccola, grande felicità

Ogni bambino ha il diritto di essere felice, un diritto che la guerra si porta via. Qui 33 artisti, personaggi noti dello spettacolo, raccontano i loro ricordi felici d’infanzia. Il ricavato del libro è destinato alla raccolta fondi per costruire una scuola (piena di felciità!) ai confini con la Siria.

Buone vacanze, ma soprattutto buona lettura!