L’onda (Die Welle)

di Giovanna Donini

Recensioni
L’onda  (Die Welle)

Una classe di una trentina di studenti viene indotta a forme di cameratismo attraverso l’uso della disciplina, dell’uniforme, e di un gesto di riconoscimento (l’onda per l’appunto). La situazione però sfugge di mano al professore che si trova a dover arginare una vera e propria fazione di stampo nazista.

In questo modo nascono le dittature. Attraverso un esperimento condotto nel 1967 in un liceo californiano che fa da spunto a un film che spiega come la sopraffazione rappresenti in realtà una spinta ancestrale dell’uomo. La storia è vera ed è semplicemente rivisitata in chiave moderna dal regista Dennis Gansel.

Il lavoro, come il risultato, è straordinario perché riesce a dimostrare come sia facile e pericoloso proporre ideologie che non lasciano spazio alla libertà di pensiero.