Ma Vaffa…

di Giovanna Donini

Storie di Smemo
Ma Vaffa…

E’ bella. Oggettivamente bella.
La classica ragazza che entra in una stanza e tutti pensano: bella.
Poi tutti se la vorrebbero fare.
Poi qualcuno se la farà. Poi si vedrà.
Le donne intorno a lei reagiscono così:
Alcune la odiano dal primo istante.
Alcune la amano dal primo istante (sanno che chi sta coi belli diventa bello).
Alcune se la fanno amica.
Alcune vorrebbero farsela, ma raramente se la fanno.
Bella è bella questo, è il dato oggettivo.
E lei che entrando in contatto con il resto del mondo potrebbe solo stare zitta, tanto una così più che ascoltarla il novanta per cento delle persone vuole guardarla, invece che fa? Parla. E cosa dice? Di solito la prima frase che la bella dice con lo sguardo un po’ lontano è:
“Oggi mi sento un mostro…faccio schifo…”.
Lei si sente un mostro. Lei, Non tu che un mostro lo sei, lei. E se a tavola mangia un pugnetto di riso in bianco non condito dice anche: “sto ingrassando da morire…”. Bella si, ma disgraziata questo è un altro dato oggettivo.
Bella è bella, spesso non è nemmeno stupida, ma il fatto che dica al mondo di essere un mostro infastidisce parecchio. Sembra che lo faccia per tenere il profilo basso, allo stesso livello degli altri. Infastidisce.
Una così deve parlare di altro. Sempre.
Deve fare la bella e non fingersi brutta, altrimenti dalle nostre parti è meritato un bellissimo VAFFA……