Quino e Mafalda

di Redazione Smemoranda

News

Come forse già sapete, all’elenco delle brutte notizie del 2020 aggiungiamo – e non vorremmo – la morte di Joaquín Salvador Lavado, conosciuto in tutto il mondo come Quino, celeberrimo disegnatore e creatore di Mafalda, uno dei personaggi più famosi di quell’epoca d’oro per il fumetto che corrisponde agli anni Sessante e Settanta. Quino era l’umorista in lingua spagnola più tradotto al mondo, ed è morto a Mendoza, la sua città Natale, che si trova quasi al confine con il Cile.

Chi è Mafalda?

Mafalda è la bambina che Quino aveva disegnato per il progetto di una campagna pubblicitaria mai realizzata, nel 1962. Quino aveva realizzato otto strisce con Mafalda, che contenevano situazioni e personaggi prese di peso dai Peanuts di Charles M. Schulz, il fumetto americano più famoso dell’epoca, e di tutti i tempi.

Mafalda però è tutt’altro che un’imitazione di Snoopy e Charlie Brown in salsa latina. E se ne volete una prova, potete recuperare tutto il canone mafaldiano, nell’edizione per completisti dell’editore italiano Salani: sono otto volumi tascabili per circa duemila strisce, un po’ di vignette singole, e illustrazioni realizzate per occasioni speciali, come quelle disegnate per l’Unicef e la dichiarazione universale dei diritti del bambino, nel 1977, quando Mafalda era già un simbolo della gioventù contestataria dell’epoca, trasfigurata in una bambina che aveva poca voglia di bersi le panzane degli adulti, ma molta di lottare nel suo piccolo contro soprusi e ingiustizie. E pazienza se nel farlo rischia di apparire ingenua, o ridicola.

Dove leggere Mafalda?

Otto libri che sono una buona occasione per riscoprire quello è stato definito IL personaggio per antonomasia degli anni Settanta, e che ancora oggi appare straordinariamente attuale: c’è ancora bisogno di un personaggio che, con il massimo dell’ironia, per carità, ci parla di due valori che sono ancora importanti, come l’umanità e la pace. Grazie a Quino, e se volete scoprire o riscoprire Mafalda, questo potrebbe essere il momento giusto.