Morgan Icardi: 14 anni, direttore d’orchestra

di Redazione Smemoranda

Essere un giovane musicista non vuol dire per forza fare freestyle in cameretta, o suonare la chitarra a qualche angolo di strada. Ci sono ragazzi e ragazze che ancora non vanno alle superiori, eppure sanno già che il loro genere è la musica classica.

Morgan Icardi, 14 anni, è tra i più giovani pianisti e direttori d’orchestra del mondo.  Nato il 15 settembre 2006, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di cinque anni a Los Angeles, al Silverlake Conservatory of Music, dove ha vissuto per molti anni prima di tornare a Torino. Oggi studia alla Scuola Civica Claudio Abbado di Milano (è il più giovane studente di sempre), mentre continua la sua attività di concertista.

È appena uscito il suo primo album Mozart across boundaries che lo vede, in doppia veste. affrontare la musica di Mozart.

Secondo Morgan, Mozart supera qualsiasi barriera geografica, culturale, sociale e generazionale: Mozart come un ponte, “Mozart Across Boundaries”, che attraversa differenze, diffidenze, limiti e confini, capace di raggiungere tutti con grande chiarezza, forza e bellezza.

«Mi sento fortunato, un privilegiato, perché la musica riempie quasi totalmente la mia vita e quando suono e studio il tempo trascorre senza che io me ne accorga. La passione per la musica classica è come un viaggio in un universo senza confini, più scendi in profondità più sali per raggiungere dimensioni misteriose che stanno al confine dell’umano. Grazie ai canali social, mi rivolgo a tantissime persone in tutti i continenti, che in alcuni casi non hanno mai avuto l’occasione di conoscere il valore della musica classica. Molti mi scrivono per dirmi che hanno scoperto un universo nuovo, meraviglioso. Spero che Mozart Across Boundaries parli anche a tutti i ragazzi della mia età» ha raccontato Morgan.