Mutante Essenza perfetta

di L'Alligatore

Recensioni
Mutante – Essenza perfetta

Disco d’esordio, disco da ascoltare in una giornata di pioggia. Intimo e sofferto alternative-rock, strano e perturbate, con una voce di donna mai uguale in ogni suo pezzo. Pezzi che parlano di vita e di morte, carnalità, soldi, desiderio, positività, amore, follia. Musica elettronica, elettrica ed eclettica, tutta da ascoltare.
Ascolto “Essenza perfetta”, la canzone che ha dato il nome all’album, e sento un testo poetico con musica struggente più violino, ascolto “Carnalità” e sento un rock danzereccio per la disco più alternativa d’Europa. Lieve e intimista (tipo i La Crus del passato) è “Vivo in una stanza”, rock scattante è invece “Mutante”, altra canzone per loro simbolo. Menzione speciale a “Pelle appesa” per il testo e il cantato, che mi fanno pensare a Giovanni Lindo Ferretti (sì, se fosse una giovane donna di oggi canterebbe come Valentina Grande, dei Mutante).
Mai un pezzo uguale ad un altro, mai un momento di stasi o assopimento. Mutante è l’essenza perfetta del gruppo di Lecce. Muta a ogni ascolto e ogni ascolto ti muta.