News di Arte

di La Redazione

Recensioni
News di Arte

Comincia dal bookshop la nuova vita del Museo Egizio di Torino, in attesa dei grandi lavori di ristrutturazione e ampliamento che entro il 2010 consegneranno alla città un museo completamente nuovo. Il progetto del nuovo spazio è stato affidato da Scalagroup-Artefatto – nuovo gestore del servizio – all’architetto Fabio del Proposto, mentre per non interrompere il servizio, per qualche mese il bookshop avrà ancora la vecchia veste o occuperà spazi provvisori fino all’ultimazione dei lavori di restyling. Il nuovo spazio verrà inaugurato nella primavera 2008, ed ospiterà testi di approfondimento per appassionati ed esperti, libri italiani ed esteri e oggettistica e una più ampia offerta di gadget per i più piccoli.

Due mostre e un paio di quaderni di studio all’anno. Per approfondire ed evidenziare l’attualità di una sperimentazione ricca di sfaccettature, “vecchia” di trent’anni, ma per alcuni ancora in progress. Dopo la personale di Giorgio Ciam a Prato, un assaggio di ProgettoSettanta durante Arte Fiera.
Nell’Italia degli anni ’70, molti artisti hanno indagato le potenzialità della fotografia, animando uno scenario espressivo complesso, colto e appassionante. ProgettoSettanta punta a riordinare figure, idee e percorsi nati in quel contesto. Una stagione di grande creatività, che ha avuto un ruolo determinante nella ricerca artistica internazionale. Ma che, anche per i suoi connotati trasversali, rischiava di perdersi tra le pieghe dei movimenti artistici più noti come l’arte povera e concettuale, o di essere cancellata dalla rinascita pittorica transavanguardista. In programma una serie di mostre e un progetto editoriale. I primi appuntamenti? La personale di Giorgio Ciam da Enrico Fornello, a Prato, e una collettiva durante Arte Fiera, anche questa in collaborazione con la galleria toscana.
Exibart ha intervistato l’ideatrice del progetto, Elena Re, critico d’arte e curatore free lance, direttore artistico della Fondazione Giorgio Ciam e curatrice per il Fondo Luigi Ghirri.