Non ti lascerò

di Redazione Smemoranda

Dai social

Primo: ti amo.

Secondo: viaggiare con te è meraviglioso.

Terzo: sono così felice. La strada, la mia strada sei tu. Pausa: i due si guardano per per un po’. Sorridono. Lui sposta con le mani una mosca fastidiosa che è riuscita ad entrare nell’abitacolo. Lei cerca la musica da mettere per il viaggio insieme. Si amano. Si vede e si sente molto bene.

Quarto: da quando ti ho incontrato la mia vita è cambiata. È diversa. Si è allargata. Ingigantita. L’amore si è infilato dappertutto. Il mio, il tuo. Ed io non ti lascerei mai, mai. neanche per un attimo.

Quinto: per me sei l’incastro. Pausa: I due si guardano ancora un po’. Hanno le mani strette sul cambio. Lui sorride. Lei canticchia stonata e felice.

Sesto: non riesco a stare lontano da te. Mai. Quando non ti ho mi manca l’aria. Sento il vuoto universale dentro di me.

Settimo: te, me, gnè gnè gnè. Pausa: I due si guardano bene. Il viaggio insieme li fa stare alti. Fanno salti. Svelti. L’amore riempie, ma lo stomaco non lo sa. Si fermano in una zona banalissima chiamata autogrill. Si tengono la mano, si parlano piano.

Otto: ti amo perché.

Nove: io amo te. Tu ami me.

Dieci: non potrei mai lasciarti, mai. Non potresti farlo mai, mai. Pausa: i due saltellano felici: te vai in bagno, io faccio la spesa. Te sorridimi, io compro le sedie di vimini. Si lasciano a fatica dividere della porta girevole e si seguono fino all’ultimo con lo sguardo. E poi si sente l’amore dappertutto, qualcuno potrebbe giurarlo.

LA NOTIZIA: SCORDA MOGLIE IN AUTOGRILL SULL’A21 – Due coniugi cinquantenni provenienti dalla Repubblica Ceca si sono fermati per fare rifornimento all’area di servizio Nure Sud sull’autostrada A21 Piacenza-Cremona, ma al momento di ripartire il marito ha dimenticato la donna all’Autogrill. Un tentativo di scaricare la moglie? Un gesto studiato da tempo? Niente di tutto questo: solo una “dimenticanza”.