Oh Merda… D’Artista

di Giovanna Donini

Recensioni
Oh Merda… D’Artista

Viene semplicemente da scrivere e da dire: Oh Merda (in questo caso, bene o male, per fortuna) d’Artista! Infatti, per tre giorni, dal 20 al 23 giugno, Napoli,splendido capoluogo campano che, da troppo tempo ormai, lotta con rifiuti e raccolte difficilmente differenziate, ospiterà una kermesse molto particolare: la“Collezione Merda d’Artista”. “C’è merda e merda” è stata denominata l’iniziativa del Madre, il museo che, in modo inedito, diretto ed originale propone per la prima volta in assoluto una strategia di marketing assolutamente fuori dagli schemi.Deiezioni canine verranno distribuite all’interno di sacchetti studiati per conterle.

Questo gadget molto particolare e, sinceramente poco avvicinabile, nasce dalla mostra di Piero Manzoni, che, tra l’altro durerà fino al 24 settembre. Probabilmente nella mente di questo artista c’è anche, oltre alla creazione provocatoria, in qualche modo la speranza che questo genere di opera d’arte diventi in futuro oggetto di culto per i feticisti dell’arte contemporanea. Arte strana, arte alternativa, arte che sa più che altro di provocazione e di…odori intenzionalmente sgradevoli. Arte che, in fondo, arriva dove deve arrivare senza lasciare sospetti e fraintendimenti, piuttosto scatti di sano fastidio e protesta contro un “sistema da rifiutare”. Per tre giorni, dunque, la città di San Gennaro e Maradona, sarà letteralmente invasa da cinquemila buste contenenti blablabla-escrementi-cacche-e-ormai-si-sa-canine-chi-lo-sa.

info: www.exibart.com

foto: Merda D’Artista- Piero Manzoni