Per fare il legno e non solo ci vuole un albero.

di Redazione Smemoranda

Attualità

-Cosa fai di bello oggi? -Non lo so, amore…lo sai che a me piace stare a contatto con la natura… -Ah si…beh…vabbè…tu sei un uomo così contradditorio… -In che senso, scusa? -A volte la ami, a volte la odi…a volte odi il genere umano più della natura stessa… -Beh si…le piante a volte danno più amore degli esseri umani… -Si, ma poi le piante che abbiamo in terrazzo le ignori completamente e se non fosse per me morirebbero… -Cosa dovrei fare? Non ho voglia di stare ore ed ore a parlare con le piante come fai tu… -Guarda…nessuno te l’ha chiesto, io lo faccio con il cuore… -Si, ma almeno ti rispondono? -a modo loro rispondono… -ah si…e cosa ti dicono? -…che sei stupido… -beh…comunque, oggi, ho assolutamente bisogno di stare a stretto contatto con la natura… -e cosa fai? Vai a lavorare vestito da albero? -Sai che non sarebbe una cattiva idea? MANCHESTER (New Hampshire) – Gli olmi si sono fatti più poveri in Olm Street, a Manchester, nel New Hampshire. Sì, perché alcuni rami sono stati strappati e attaccati con un nastro adesivo al corpo di un uomo, James Coldwell. Il 49enne americano aveva pensato di travestirsi da albero per rapinare la locale Citizens Bank. Ma non gli è bastato: è stato arrestato, dopo una segnalazione anonima. Il piano di Coldwell è scattato sabato mattina, verso le 9, all’apertura della banca. L’uomo, di corporatura magra, capelli scuri, jeans, t-shirt bluastra e occhiali spessi, si è ricoperto di foglie, ha preso la sua macchina e ha percorso Elm Street fino a raggiungere la Citizens Bank. Poi, senza mostrare armi, si è avvicinato allo sportello e ha chiesto candidamente del denaro. Nessuno è intervenuto. Alla fine, Coldwell se n’è andato, con una somma imprecisata e con la maschera intatta, come ha dichiarato il capo della polizia locale, Ernie Goodno. L’uomo-albero ha ovviamente suscitato la curiosità dei passanti e dei clienti mattinieri della banca. Uno di questi l’ha smascherato. Più dei cani che hanno “sniffato” foglie d’albero per identificarlo, ha potuto infatti un anonimo personaggio che ha segnalato il suo nome alla polizia. E il rapinatore a mano disarmata, dorme ora in un carcere. 9 luglio 2007- fonte: www.repubblica.it