Buon Pi greco day 2019!

di Laura Giuntoli

Attualità - News

Il 14 marzo è il Pi greco day, la festa della matematica più famosa nel mondo ispirata al celeberrimo numero 3,141592653589… (e così via). Si tratta della costante più misteriosa e affascinante della matematica, un ponte tra numeri e geometria dal valore approssimato: le cifre dopo la virgola sono infinite, e proprio per questo è rappresentato con la lettera greca ∏ (pi greco). Per chi non lo sapesse, il Pi greco rappresenta il rapporto tra la lunghezza della circonferenza e il suo diametro ed è stato elaborato dal genio matematico siracusano Archimede (287-212 a.C. )

In Italia il Pi greco day si festeggia con un grande evento e con un gioco online organizzati dal MIUR in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino ed è promossa dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione. Tra i collaboratori anche Reedoc, la piattaforma digitale ricca di videolezioni, appunti, formulari, esercizi interattivi dedicati alla matematica, una sorta di palestra in cui allenare la mente. In questa giornata, gli studenti parteciperanno ad una serie di quiz matematici nella sala della Comunicazione del MIUR. A contendersi il podio quattordici squadre (6 per la scuola primaria, 4 per la secondaria di primo grado e 4 per la secondaria di II grado), da quattro giocatori ciascuna. Gli studenti di tutta italia, invece, potranno sfidarsi attraverso una piattaforma dedicata seguendo la diretta streaming sul portale del Miur. Le scuole avranno l’intera giornata per conquistare il titolo più ambito, dovranno rispondere al maggior numero di quiz possibile fino alla chiusura delle gare.

Ecco alcune curiosità su questa particolare ricorrenza:

– La scelta della data (14/03) si ispira al numero “3,14” dei centesimi di pi greco; il formato di data angolosassone infatti antepone il mese (3) al giorno (14). Alcuni celebrano la ricorrenza dalle ore 15, in modo da adeguarsi all’approssimazione 3,1415 che corrisponde alle prime 5 cifre del Pi greco.

– La prima celebrazione del “Pi Day” fu nel 1988 all’Exploratorium di San Francisco, per iniziativa del “Principe del pi greco “, il fisico statunitense Larry Shaw. La prima manifestazione prevedeva un corteo circolare attorno a uno degli edifici del museo e la vendita di torte alla frutta, decorate con le cifre decimali del pi greco. Questo perché in inglese “Pi” si pronuncia “pai”, come “pie”, che vuol dire, appunto, torta. 

– La festa vera e propria è stata istituita nel 2009, in occasione del Congresso degli Stati Uniti. Per l’occasione l’allora presidente Barack Obama ha proclamato ufficialmente il 14 marzo «come occasione che incoraggi i giovani allo studio della matematica». In Italia si celebra al partire dal 2017.

-Esistono delle gare di memoria per chi ricorda più cifre della serie infinita del Pi greco. Il record è detenuto da un cittadino cinese che nel 2007 ne ha recitate ben 67.890. C’è voluto più di un giorno per ripeterle tutte. Chi riesce a dirne almeno cento ha diritto di entrare nel club australiano degli “Amici del Pi greco”.

– Nel 2015 abbiamo festeggiato il Pi‐Day del secolo, il 3/14/15 alle ore 9:26 e 53 secondi. Infatti data e ora coincidevano con le prime 10 cifre di π! Il prossimo sarà il 14 marzo del 2115.