PS5 Vs. Xbox Series X / S: quale scegliere?

di Redazione Smemoranda

Recensioni

Se dovessimo aggiornare questo sketch di The Big Bang Theory, adesso dovremmo aggiungere Playstation 5, Xbox Series X e Xbox Series S. Questi ultimi due poi di per sé sono nomi che fanno molto ridere. Immaginati i nonni che vogliono comprare la console ai nipotini e non riescono a capire neanche quello che stanno dicendo. Questi nomi sono degli scioglilingua. In italiano ci va anche bene che Esse e Ics si pronunciano diversamente, ma pensate a chi parla inglese: Series es, Series ecs… il pericolo di non capirsi è dietro l’angolo.

Detto questo, andiamo a vedere quello che sappiamo su queste due nuove, attesissime console.

Le specifiche tecniche

Quello che sicuramente non fa ridere sono le specifiche tecniche di Xbox Series X e Series S, che ricordo arriveranno sul mercato il prossimo 10 novembre 2020 rispettivamente al prezzo di 499 e 299 euro. Microsoft punterà molto sulla retrocompatibilità totale e su Xbox Game Pass, che includerà tutti i titoli first party, l’offerta EA Access e un catalogo di centinaia di titoli. Tra l’altro la retrocompatibilità sembra promettere molto bene, perché le prime console iniziano a girare tra gli addetti ai lavori, e si vede già che anche i giochi vecchi diventano più belli sulle nuove Xbox. Ma dicevamo.
Le specifiche di Xbox Series X sono ovviamente top, e promettono tanto dal punto di vista grafico soprattutto. Meno potente la Series S, che ha come obbiettivo la risoluzione 1440×2560, la cosiddetta Quad Hd – che tecnicamente è meno del 4K ma va bene per la maggior parte dei monitor che ci sono nelle case del mondo oggi come oggi. Quindi diciamo che potrebbe avere anche senso scegliere oggi una Series S come macchina di passaggio, anche considerando che si tratta di una console leggera, portatile, che si infila comodamente nello zaino.

Ps5 Vs Xbox: i giochi al lancio

Ormai però siamo abbastanza grandi per capire che i discorsi tecnici contano fino a un certo punto: l’importante sono i giochi, e su questo la distanza tra Playstation e Xbox sembra essere ancora tanta.
Eh sì perché al giorno del lancio Xbox non avrà titoli esclusivi, mentre Playstation 5, avrà il remake di Demon’s Souls, avrà il nuovo Little Big Planet, che si intitola Sackboy: A big adventure, e anche il nuovo Spider man: Miles Morales.

Sony o Microsoft? Speriamo vincano i giochi!

Ora, è ovvio che Sony parte da una posizione di vantaggio in questa nuova corsa della nuova generazione. Sony è la vincitrice indiscussa dell’ultima guerra delle console, parte da una base di 110 milioni di utenti, e la strategia è ovvia: inondare la prossima console con una fiumana di produzioni first e third party che, salvo le varianti su PC, saranno disponibili solo per Playstation. Quindi grandi produzioni a un prezzo più alto rispetto alla concorrenza, però con l’esclusività, almeno temporale. È possibile che vedremo sempre più esclusive in questa nuova generazione. Il motivo è ovvio, e cioè che alla fine i giochi fanno sempre la differenza, e quindi la prossima guerra sarà per accaparrarsi gli studi migliori.

Sperando che gli studi abbiano da guadagnare in questa guerra, e soprattutto che la concorrenza stimoli la creatività, perché poi non vorremmi trovarci con cento shooter tutti uguali. Per fortuna il mondo del videogioco sembra aver capito che la varietà può essere un’arma in più in questa corsa, e non una zavorra.