Presto, fuori il nuovo disco di Generic Animal

di Alessia Gemma

Recensioni
Presto, fuori il nuovo disco di Generic Animal

Non vedevo l’ora di dirlo: oggi, 21 febbraio, è fuori il nuovo disco di Generic Animal, Presto.

Generic Animal è lo pseudonimo e progetto solista di Luca Galizia. Luca è del ’95, vive a Milano, viene dalla provincia di Varese. Suona vari strumenti, disegna, scrive con la chitarra e con GarageBand. Luca arriva dall’hardcore e dall’emo, come dimostra il suo precedente progetto Leute. Il nome Generic Animal nasce da un disegnino di un animaletto da lui fatto qualche anno fa, quando frequentava l’Accademia di Brera, un animale senza sesso e senza specie. Pare avesse disegnato un intero bestiario.

L’ho incontrato qualche giorno fa negli uffici Universal per una round table, che è un’intervista intorno a un tavolo insieme a tanti altri giornalisti. Si fa una o due domande a testa, a giro. Le domande sono state tante perché tanti erano i giornalisti arrivati dopo aver preascoltato l’album. Tanti giornalisti significa buon album!
Generic Animal si è concesso così tanto e senza smanie che alla fine ci ha detto: “Grazie raga, e scusate se ho parlato tanto. Anzi ora disdico dall’analista che è qua vicino, ho già detto tutto a voi!”.

Non è trap, non è rap. In questo disco parla di adolescenza, di scazzi, del padre, dell’infanzia perduta, delle apiÈ gentile, ci ha sorriso molto, non se la mena e parla sciolto. Non si capacita del successo degli ultimi tempi ed è ancora sorpreso che gli abbiano proposto di aprire concerti affollati, l’ultimo quello di Gazzelle.

Scherzo è tra le mie preferite. Ci sono il nichilismo, la noia, lo scazzo dell’adolescenza, il confronto sociale, la malinconia, enfatizzati dal feat con Massimo Pericolo. Mi ha raccontato che è un pezzo nato quando andava a scuola e che lui ora ha 25 anni ma che ne sa di quando finisce quest’adolescenza. E chi lo sa?!
Scherzo non doveva manco esserci nell’album, è nata come canzone aperta, senza strofe. all’inizio era una canzone piatta, dice. Parlava di scuola “io e Massimo abbiamo fatto tutti e due le scuole professionali”.

“Ho scelto un posto e non lo cambio
E se poi mi dovessi distrarre
Sappi che è solo colpa tua
Io non lo volevo fare

Se questo scherzo dura troppo
E poi mi annoio
Chiamo mio padre
Fermiamo tutto e andiamo a casa”

Volvo invece mi spacca il cuore, è la canzone di un rapporto complicato padre e figlio, del passato e di tutto che cambia. Canta di crescita.

Track by track by Generic Animal

Como by night:
Quando trasformi in rimpianti e sensi di colpa quelli che per anni non sono stati ricordi di vacanze estive vuol dire che sei diventato adulto e, ahimè, sei pronto a soffrire.

1400:
Parla di come il fatto di avere solo 1400 euro in banca dopo 70 date fosse abbastanza, tanto quanto un motivo per sentirsi inferiori costantemente.
Salire su un palco di una città con il coraggio di un leone per poi ripartire il giorno avere una paura investibile di fallire.

Sorry:
Ho deciso il nome di questa canzone quasi solo dopo un anno averla scritta.
Non l’ho scritta per chiedere scusa ma per far finta che fosse tutto ok. Per fare il gentile.
Poi ho capito che volevo chiedere scusa perché niente era ok.

Scherzo feat Massimo Pericolo:
Ho studiato in un istituto professionale, diplomato odontotecnico.
Sono stati 5 anni intensi, ho anche avuto mio padre come supplente.

Promoter:
Il mio primo anno di tour, l’inizio e la fine di 80 date.

Nirvana:
A volte mi metto nei panni di un padre, mi chiedo cosa avrei da raccontare, cosa fare per farmi accettare.
Fossi nato a fine anni ’70 mi giocherei la carta dei Nirvana al Bloom di Mezzago.

Alveari:
Parla del rischio che si ricerca nella tranquillità e della tranquillità che si ricerca nel rischio.

Volvo:
Mio papà ha sempre avuto e cambiato macchine bruttine quando ero piccolo.
Una in particolare mi è rimasta impressa.
Non ci vediamo più spesso come quando ero piccolo e mi portava nei concessionari a vedere le macchine che non potevamo permetterci e vivevamo tutti insieme.
Spesso mi manca ballare in soggiorno insieme a lui ascoltando Lucio Dalla.

700:
È una parentesi della canzone 1400.
Ne avevo circa 1400, e ne ho persi 700.
Portando il tour un po’ ovunque anche in date che ti spremono il cervello tanto da farti dimenticare il borsello con tutti i soldi del merch.
Ho impiegato 2 mesetti a starci male.

Presto feat Franco 126:
Costruire muri ogni giorno tra la persona che ami e la persona che vorresti essere.
Accorgerti delle volte che l’unica cosa che ti manca è dormire. Stretto da qualcuno.

Adelio:
Adelio non è più in forma come qualche anno fa.
Ha lo sguardo perso nel vuoto e lamenta spesso dolori ai piedi.
Spero che non ascolti mai questo pezzo; sapere che non ho mai creduto a quella storia del marinaio lo farebbe rimanere malissimo.

Scarpe #2:
Succede che nel delirio della quotidianità e della routine del lavoro la tua relazione amorosa diventi un cavallo che non ha più voglia di correre e su cui comunque continui imperterrito a scommettere.

Ascoltalo qui: https://isl.lnk.to/presto

Bonus Track: mi ha detto che non usava la Smemo a scuola. “Non usavo nessun diario, scrivevo tutto su fogli sparsi che il giorno dopo buttavo via” e ha sorriso!

VOLVO:
Volvo bianca col baule tutto rotto
L’hai comprata un po’ per sbaglio ma pensando ti piacesse
L’hai svenduta poi alla fine
Senza troppo interesse per comprarne
Ancora un altra con un nome quasi simile
È una cosa di famiglia
Meno spendi poi più spendi
Che non parli e te la prendi

Sai l’importante è che ci vediamo
Però senza troppo di cui lamentarci
E non ci scordiamo che siamo amici
Però questa è casa tua e io non ho più la mia

Cosa ti fa pensare che mi faccia piacere
Se mi parli sempre dei tuoi sbagli
E chiedi consiglio a me
Che ho imparato tutto da te

Balla balla ballerino
Ballavamo in soggiorno
Quando avevo quattro anni
Avevi ancora i capelli
Mentre ora sembriamo gemelli

Sai l’importante è che ci ascoltiamo
Però senza troppo darci corda
Che sennò poi non smetto più, siamo amici
Però questa è casa tua e io non ho più la mia

(Testo di Luca Galizia
Composto e suonato da Carlo Luciano Porrini, Luca Galizia
Prodotto da Fight Pausa)

foto di Domenico Nicoletti

 

GENERIC ANIMAL IN TOUR

26 febbraio – Santeria Toscana 31 – Milano IL CONCERTO IN SANTERIA TOSCANA 31 A MILANO PREVISTO PER IL 26 FEBBRAIO È RIMANDATO AL 20 MARZO

6 marzo – Viper – Firenze

7 marzo – Monk – Roma

13 marzo – New Age Club – Roncade (TV)

14 marzo – Bronson – Ravenna

19 marzo – Hiroshima Mon Amour – Torino

21 marzo – The Cage – Livorno

28 marzo – Latteria Molloy – Brescia

4 aprile – Locomotiv – Bologna

8 aprile – Mangiadischi Live Club – Pescara

9 aprile – Mercato Nuovo – Taranto

Calendario in aggiornamento, info su www.bpmconcerti.com