Primo giorno di scuola: per molti, ma non per tutti

di Redazione Smemoranda

Scuola
Primo giorno di scuola: per molti, ma non per tutti

Lunedì 14 settembre riaprono le scuole della maggior parte delle regioni italiane, ma con importanti eccezioni: in Friuli Venezia Giulia riprenderanno mercoledì 16, in Sardegna martedì 22 settembre e in Puglia, Calabria, Basilicata, Abruzzo e Campania soltanto mercoledì 24 (la Campania non è sicura nemmeno di questa data).

Come saranno i banchi?

Gran parte dei banchi monoposto acquistati e distribuiti dallo stato non sono ancora arrivati. Si andrà avanti con le consegne almeno per tutto ottobre. Nel frattempo, le scuole dovranno organizzarsi diversamente.

Dovrò portare sempre la mascherina, a scuola?

Il commissario Arcuri ha assicurato che entro lunedì arriveranno in tutte le scuole decine di milioni di mascherine da dare agli studenti, che dovranno indossarle sempre tranne quando sono seduti al banco. La ministra dell’Istruzione Azzolina ha specificato che gli studenti e gli insegnanti che lo vorranno potranno tenerle sempre, e non soltanto quando non sono al banco o alla cattedra.

Ci saranno abbastanza professori?

Moltissimi supplenti sono ancora da nominare. Dipende dal fatto che soprattutto in certe regioni e per certe materie mancano migliaia di insegnanti di ruolo. Nei primi giorni di scuola quindi parte dei supplenti non sarà ancora stata nominata dagli Uffici Scolastici Territoriali, che provvederanno a lezioni iniziate.

Dovrò provarmi la febbre tutte le mattine?

La temperatura deve essere misurata agli studenti dai genitori, a casa: se uno studente va a scuola in autobus o con i mezzi pubblici, è importante che rimanga a casa in caso di febbre, e quindi la temperatura va verificata prima del suo arrivo a scuola.

Quando chiuderanno le scuole per le elezioni?

Il 20 e il 21 settembre migliaia di scuole in tutta Italia saranno usate come seggi, per le elezioni amministrative in Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia e per il referendum costituzionale. Le scuole apriranno e saranno chiuse subito dopo per alcuni giorni: almeno da sabato 19 per la preparazione dei locali per le votazioni, e spesso fino al mercoledì successivo per la sanificazione al termine degli scrutini.

Tutte le altre domande sulla riapertura delle scuole sono qui e qui