Prove Invalsi 2020 quinta superiore: cosa sono, quando si fanno e come si svolgono

di Giulia Zavan

News - Scuola

UPDATE 4 marzo, ore 15:00: Le scuole saranno chiuse in tutta Italia fino al 15 marzo. Si attendono ulteriori indicazioni per quanto riguarda eventuali prolungamenti delle date per le prove Invalsi.

Se sei uno studente di quinta superiore, o del grado 13 come usa dire il Ministero dell’Istruzione, fai parte dei quasi cinquecentomila ragazzi e ragazze che a giugno affronteranno la Maturità. Ma prima c’è un altro appuntamento importante: gli Invalsi 2020!

Partecipare alle prove nazionali di italiano, matematica e inglese è infatti un requisito per accedere all’Esame di Stato. Puoi però tirare un sospiro di sollievo perché gli esiti non hanno alcuna influenza sul fatto che tu possa prendere parte alla Maturità e nemmeno sul voto finale.

Questo ovviamente non vuol dire sottovalutare gli Invalsi anzi, sono un ottimo modo per iniziare a familiarizzare con la realtà di un esame e per portarti avanti a ripassare il programma scolastico.

Ecco tutto quello che devi sapere per arrivare preparatissimo, compreso quando si potrebbero recuperare gli Invalsi nelle scuole chiuse per affrontare l’emergenza coronavirus.

Cosa sono gli Invalsi

Come dice Hermione Granger: “La paura di un nome non fa che incrementare la paura della cosa stessa“. E allora cosa si nasconde dietro al nome Invalsi?

Invalsi è l’acronimo di Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione e si tratta di prove scritte a cui sono sottoposti ogni anno gli studenti italiani di seconda e quinta elementare, terza media e seconda e quinta superiore.

Per la quinta superiore, le prove sono tre: una di italiano, una di matematica e una di inglese. I risultati delle prove servono a misurare in modo oggettivo ed equo il livello di competenze dei ragazzi in queste materie.

Non è una valutazione sul singolo studente ma un modo per capire l’andamento scolastico generale e di evidenziare eventuali disparità tra scuole, tra aree geografiche e così via.

Le date degli Invalsi 2020 quinta superiore

Dal 2 al 31 marzo 2020 è il periodo assegnato quest’anno: ogni scuola può scegliere autonomamente le giornate in cui si svolgono gli Invalsi, entro questa finestra temporale.

Fanno eccezione le Classi Campione: individuate dagli Invalsi, sono classi rappresentative di tutto il sistema scolastico italiano e i loro risultati sono standard di riferimento così che gli Istituti possano confrontare i dati con realtà esterne. Per le Classi Campione, sono state individuate quattro date possibili per svolgere gli Invalsi, a discrezione delle scuole: lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12 marzo 2020.

Per chi avesse bisogno di recuperare le prove, per non aver potuto partecipare nella sessione di marzo, ci sarà una sessione suppletiva da lunedì 11 maggio 2020 a venerdì 15 maggio 2020.

Quando si recuperano gli Invalsi 2020 se la scuola è chiusa?

Come sai, per contenere l’epidemia coronavirus, almeno fino all’8 marzo sono chiuse le scuole in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, provincia di Savona e provincia di Pesaro Urbino, più alcuni singoli istituti sparsi per l’Italia.

Se fosse necessario, gli studenti potranno recuperare gli Invalsi 2020 durante la sessione suppletiva: da lunedì 11 maggio 2020 a venerdì 15 maggio 2020.

Come si svolgono le prove di italiano, matematica e inglese di quinta superiore

Le prove Invalsi si svolgono al computer, così che si evitino spreco di carta e perdita di tempo nell’immettere i dati. Ma, soprattutto, così si ha una valutazione più precisa dei risultati.

Le domande che compaiono sul tuo pc, potrebbero essere diverse da quelle del tuo compagno di banco: comunque tutte pensate per lo stesso livello di competenze, possono variare o essere presentate in ordine differente.

Come sono le prove di italiano, matematica e inglese di quinta superiore

La prova di Italiano si divide in due sezioni: comprensione della lettura e riflessione sulla lingua.

Nella prima, ti può essere chiesto di leggere da cinque a sette testi di tipologie e di lunghezze diverse. Nella seconda, bisogna invece leggere un testo breve.

Per ogni testo, ci saranno delle domande – da sette a dieci – per verificare l’acquisizione di conoscenze e competenze grammaticali.

La prova di Matematica del grado 13 vuole verificare se hai ben chiare le conoscenze acquisite durante tutto il percorso scolastico.

Per questo non punta solo su competenze tecniche o scientifiche, ma chiede che tu sappia dire il perché di una certa scelta matematica, argomentando come sei arrivato a fare un certo passaggio o a ottenere un certo risultato. La prova è divisa in due parti: una comune a tutti gli indirizzi e una specifica per ogni indirizzo.

La prova di Inglese serve a valutare due due abilità di comprensione della lingua: il reading e il listening.

Ci si aspetta che gli studenti di quinta superiore raggiungano il livello di competenza B2, ma la prova Invalsi è una prova di livello B1/B2.

La parte di reading è composta da 5 task – cioè 5 testi da leggere – con domande a scelta multipla, abbinamento multiplo e domande con risposta breve. Anche la parte di listening è composta da 5 task – cioè 5 file audio da ascoltare – e a cui seguono anche qui domande a scelta multipla, abbinamento multiplo e domande con risposta breve.

I risultati degli Invalsi 2020

Le prove si svolgono a marzo, ma non conoscerai i risultati fino a dopo la Maturità: le valutazioni verranno infatti comunicate dopo l’Esame di Stato, quando sarai già pronto per le vacanze!

Guarda anche: 10 consigli per affrontare con serenità la maturità