Quarta tappa- Diario del Viaggio delle Stelle: il valore è determinazione

di B.Livers

Il viaggio delle stelle
Quarta tappa- Diario del Viaggio delle Stelle: il valore è determinazione

Diario della quarta tappa del Viaggio delle Stelle, la lunga pedalata dei B.Livers con le e-bike che arriverà fino a Cortina dove porteranno la bandiera del Comitato Olimpico 2026. Ogni tappa ha un valore, per la quarta è determinazione.

Martedì 28 maggio – 4° tappa

Altavilla Vicentina – Susegana (83km)
Arrivare a Susegana, nel tardo pomeriggio, è come rivedere dopo tanto tempo una persona a cui vuoi profondamente bene. È come tornare a casa anche se sei ancora a metà del viaggio, per sentire la gioia che solletica la pelle e la felicità che fa esplodere il cuore. È come prendere un grosso respiro a metà di una salita e sapere che si ha la forza di arrivare fino in cima. I 300 chilometri iniziano a farsi sentire nelle gambe, nei pensieri e nelle riflessioni che tutti insieme abbiamo raccolto pedalata dopo pedalata.
Alla partenza ad Altavilla Vicentina, stamattina, la fatica e la stanchezza avevano iniziato a far sentire la loro voce ma l’energia data dall’arrivo di un nuovo gruppo di B.Livers da Milano ci ha impedito di rallentare. Dovevamo arrivare a Borgoluce e precedere i nostri attesi compagni di viaggio, per accoglierli con caldi abbracci e sorrisi entusiasti. La magnifica azienda agricola di cui siamo ospiti decora colline e pascoli con edifici capaci, in silenzio, di raccontare le storie di un intero territorio.

il-viaggio-delle-stelle

Ora che siamo tutti insieme ci accorgiamo di quanto siano state importanti le pedalate dei primi giorni e gli sforzi fatti a preparare la strada ed il tracciato per chi ci ha raggiunto oggi da Milano. Ora davvero sentiamo nel cuore la leggerezza di avercela fatta, di essere arrivati fin qui e di essere pronti a ripartire con la gioia, l’emozione, il coraggio e la voglia di lasciare indietro paure e di fare nuove esperienze.

Dopo 300 chilometri sentiamo di conoscerci meglio, sappiamo quando fermarci, come rispettare i limiti di ciascuno, seppur con la volontà ogni volta di spingerci oltre. Siamo sempre stati vicini, chi in macchina e chi in sella, pronti ad aspettarci o a cercarci, disposti a cambiare andatura o programma, forti del fatto che ormai nemmeno la pioggia ci fa più paura. Chi guida le macchine di supporto aspetta i ciclisti incoraggiandoli ad ogni pit stop, regalando ad ogni tappa sfumature e bellezza all’intero gruppo. Determinazione è la parola d’ordine e noi ormai ben sappiamo che è uno degli ingredienti fondamentali. La determinazione di ciascuno diventa un carburante per tutti e, così uniti, non temiamo più nessuna salita.
È come sentirsi tutti insieme, per un attimo, al posto giusto nel momento giusto: accompagnati da un cielo clemente che – seppur nuvoloso – ci ha risparmiati dal temporale, eccitati nel vedere le macchine dei nuovi arrivati salire tra le colline di Borgoluce, riscaldati dalla partecipazione e dall’affetto e l’emozione delle persone che ci accolgono.

il-viaggio-delle-stelle
Alla tappa intermedia di Montebelluna veniamo accolti con entusiasmo e applausi nel negozio di Vibram dove sorprese accurate e un ottimo rinfresco ci lusingano e ci fanno sorridere gli animi.
Mariacristina – di cui festeggiamo il compleanno – Martina, Federico e Ilaria sono parte del viaggio e si presentano come visi amichevolmente sorridenti.

Ripartire non è mai facile ma ci aspetta solo l’ultimo sforzo, prima di riunire l’intero gruppo. La strada è diversa da quella attraversata in questi giorni, ora è più tranquilla, poco trafficata. Questo ci permette di giocare con le biciclette, di rincorrerci nelle strade deserte, di affiancarci a parlare, di essere inseguiti dalla macchina di supporto che ci allieta con un po’ musica. Raggiungere la tenuta di Collalto, significa che anche oggi ce l’abbiamo fatta. Caterina e Stefano ci accolgono come se ci aspettassero da sempre e se non ci vedessero giusto da qualche minuto. Ci accompagnano a vedere le bufale della tenuta ed un piccolo miracolo accade, nasce un vitellino. Il silenzio è magico, l’energia accarezza sguardi e riempie i respiri. La tenuta è pronta ad accogliere anche noi, come nuovi arrivati. 
Non siamo più divisi, non siamo più soli.

Eccoci, finalmente chi non poteva partire sabato con noi è arrivato e, sotto una pioggia incessante, si sono moltiplicati gli abbracci e le risate sonore, eccitate ed entusiaste. È arrivata la freschezza di chi non ha ancora pedalato e si sposa magnificamente con la consapevolezza di chi è appena sceso dal sellino. Siamo tutti insieme e siamo pronti ad arrivare in vetta. 
Cenare allo stesso tavolo, tutti riuniti, ci regala l’immagine più sorridente di quello che siamo: una famiglia (molto) allargata. Una famiglia con le sue molteplici sfaccettature, con i suoi nodi da sciogliere e con le sue bellezze arricchite di buon cibo e buon vino. Siamo qui, ora, insieme, ritrovati e felici.

il-viaggio-delle-stelle

IL TRACCIATO
420 km, 7 tappe, 8 giorni in sella

il-viaggio-delle-stelle

Segui tutte le tappe del Viaggio delle Stelle dei B.Livers