Alla ricerca dell’isola non trovata

di Sergio Sacchi su 16 mesi - Smemoranda 1992





Ragazzi, è qui la festa? 
Appena cominciata è già finita.
Del nostro amore cosa resta?
Sassi e le cose della vita.
Mio padre ha un buco in gola e questo soffitto viola è solo un attimo senza fine.
Questa casa è tutta da bruciare e dai campi e dalle officine c’è paura di volare.
Che ne sai della nostra ferrovia?
Papà, lasciamo tutto e andiamo via.
Non andare. Vai. Non restare. Stai.
Ma se tu vuoi andare al cine, vai.
Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi…
Quanti dubbi tra di noi!
E allora dài, le cose giuste tu le sai: nave, porca nave, vai.
Da questi posti davanti al mare il re di Spagna fece vela “e io ti vengo a cercare” scrisse in una lettera da Marsala.
Ma l’isola non trovata, va da sè, è l’isola che non c’è.
Stupenda l’isola è che clima dolce intorno a me.
Nello specchio di chiara fontanella è bella, comunque bella.
Via del Campo c’è una puttana, eppure il vento soffia ancora l’acqua della chiara fontana è acqua azzurra, è acqua chiara.


Sergio Sacchi


Vedi +

Smemoranda 1992


Vedi +