Autoritratto con problemi

di Antonio Albanese su 16 mesi - Smemoranda 2005





LUI: “Credo di aver capito”
LEI: “Cosa hai capito?”
LUI: “Credo di aver capito cosa farò da grande”
LEI: “Cosa farai da grande amore?”
LUI: “Fondamentalmente un cazzo”
LEI: “Smettila di vedere la tivù che poi ti deprimi e ti fumi il giardino”
LUI: “Mi laureo a trent’anni, entro nello studio di mio padre e lavoro fino ai cinquanta, mi compro una barca enorme con i miei e con i soldi di mio padre, giriamo il mondo dal Mediterraneo all’Oceano Indiano”
LEI: “Sono trent’anni che ripeti le stesse cose nel giorno del tuo compleanno e spegni almeno l’ultima candelina, dai soffia… su… su”
LUI: “Fffsssssssssssssssccscscscsccs”
LEI: “Auguri amore, 51 anni e non dimostrarli, almeno fisicamente, e abbassa il volume che i vicini si arrabbiano e non guardare l’Inter che il dottore non vuole e vai a dormire se no il tuo capofficina domani ti punisce, dobbiamo saper aspettare solo 19 anni e poi la tua bella pensione arriva, puntuale.”
LUI: “Non c’è problema.”
LEI: “Nessun problema, c’è un governo che ci protegge”
LUI: “Invidiamoci!!!”


Antonio Albanese


Vedi +

Smemoranda 2005


Vedi +