Morando Morandini II cinema – specialmente il cinema di “genere”, dunque il cinema di Hollywood soprattutto – è fatto di stereotipi, luoghi comuni, segni o segnali fissi, ossia codificati, che si ripetono. Quello di raccoglierli, in forma di sillabario o dizionario, è un vecchio gioco che ogni filmofago ha praticato. Due miei cari amici ci hanno scritto su un libro. Questo è un invito al gioco per gli spettatori più giovani. Avventure africane – Sì, B’Wana (leggere: buana). – D’accordo, Mr. Scott. Guiderò la vostra spedizione, ma a una condizione… – Portatori dire molto pericolo, B’Wana. Dire non volere più andare avanti. – Lei non conosce l’Africa, signore. Un safari non è un giuoco. – “C’è un grande silenzio oggi, finalmente. Tutto è tranquillo.” “Troppo tranquillo…” – Bel colpo, Miss Lucy. L’ha centrato proprio tra gli occhi. Un uomo non avrebbe saputo far meglio. Avventure western – “Ringo, siete il solo uomo che conosca abbastanza la regione per poter guidare la carovana.” “D’accordo, Mr. Scott. Guiderò la vostra carovana, ma a una condizione…” – Strano: una freccia Comanche in questa parte dell’Arizona? Non mi piace, sceriffo. – Visopallido parla con lingua forcuta. Stregone dice Visopallido morirà presto. – Mi chiamo Rose, Shangai Rose. Sono figlia di poveri coloni, uccisi dagli indiani quando avevo undici mesi. Da allora ho dovuto arrangiarmi da sola. – I Pellerossa sono come bambini, ma esigono che li si rispetti. – I tamburi rulleranno tutta la notte. E all’alba… – Per qualche ora possiamo stare tranquilli: i Pellerossa non attaccano mai di notte. Avventure in costume – Mosé, Mosé, splendido, testardo adorabile sciocco. – In guardia, felloni! – La spada del vostro umile servitore è al vostro servizio, Milady. – Allora, barone, le nostre strade s’incrociano di nuovo! – La vostra famosa botta segreta, visconte, non ha funzionato! – “Hai dimenticato che hai un duello con il capitano Fulano oggi pomeriggio alle tre?” “Santa Maria, mi era sfuggito di mente.” – Signori, l’appuntamento è oggi pomeriggio alle tre, sotto le mura del convento. Avventure di guerra – Conoscete il Michigan, sergente? C’è una piccola fattoria sulla collina… – Ragazzi, so che tante volte vi siete chiesti a che cosa serviva onesto schifoso addestramento. Ora lo sapete. – Ecco i volontari per la pattuglia, tenente: Kowalski, Cohen, Joergensen, Schultz, Lo Cascio, Ramirez, O’Hara. – Fuoco a volontà, soldati! – Non avrei mai pensato di lasciare la pelle in questa fetida giungla! – Oggi è l’anniversario del mio matrimonio, Bill. L’altro anno, ricordo, Betty e io lo festeggiammo a Coney Island. Si prese un gelato… – “C’è una grande pace, stasera. Tutto è tranquillo, sergente.” “Troppo tranquillo…” – Nessuno apra il fuoco prima del mio ordine! Avventure gangster – Non puoi lasciare la banda, Jerry. Ai ragazzi non piacerà e personalmente credo che finiresti pure per avere qualche dispiacere. – Non può venirne niente di buono, Eddie: una ragazza come me e un ragazzo come te. Credimi, niente di buono. – Ve lo lascio, ragazzi. Ma ricordatevi che non voglio noie. Un lavoretto pulito. – Capo, li ho individuati finalmente. Sono tutte vecchie conoscenze: Kowalski, Cohen, Joergensen, Schultz, Lo Cascio, Ramirez, O’Hara.  


Morando Morandini


Vedi +

Smemoranda 1987


Vedi +