Lo vide subito, il Walter, appena la scala mobile della metropolitana del Cordusio lo fece emergere nella grande piazza. Se ne stava al solito angolo, le spalle alla banca, seduto sul sellino del triciclo da caldarrostaio. 
E il sole invernale filtrava appena tra le colonne dell’istituto di credito, dando a quella mattina una luce un po’ speciale.
“Ciao Walter, come va? Freddo, eh? Ho bisogno di un piccolo aiuto : mi servono cinquemila lire. Te le rendo a fine giornata.”
“Niente in contrario, Rocco, ma proprio non posso.”
“Come, non mi vorrai dire che a quest’ora non hai ancora incassato cinquemila lire?” “No, non è questo.
E’ che ho appena siglato un accordo commerciale con il direttore del Credito – disse indicando il maestoso palazzo dietro a lui – e bisogna mantenere il patto: io non faccio prestiti e loro si impegnano a non vendere castagne.”


Severino Salvemini


Vedi +

Smemoranda 1994


Vedi +