L’ABC dell’avventura

di Squillante su 16 mesi - Smemoranda 1987





Avvoltoio: uccello avvolgibile. Accetta: scure remissiva e disponibile. Aerostato: lo Stato quando va nel pallone. Bivacco: assembramento notturno di bovini. Baal: dio pagano protettore dei testicoli. Boa: serpente in vacanza al mare. Boomerang: il miracolo economico australiano. Bantù: tribù africane in cui vige eccesso di familiarità. Più riservati sono i Banvoi e i Banlei. Burrone: caseificio per alpinisti. Casco: copricapo di chi è malfermo sulle gambe. Cocco: frutto esotico vezzeggiato. Capanna: abitazione rustica di lattai e pasticceri. Cojote: cane della prateria rincoglionito. Cacao: Lassativo sudamericano. Clava: lavatrice preistorica. Dolomiti: montagne pacifiche. Dolmen: tombe preistoriche di individui maneschi ed attaccabrighe. Emiro: dignitario orientale che si diletta al tirassegno. Elisir: bibita per gentiluomini anglosassoni. Eremo: posto solitario raggiungibile solo in barca. Etnologo: scienziato siciliano. Eufrate: monaco mesopotamico. Fenicottero: elicottero ecologico. Farfalla: lesione di uno scafo che si ripara con una reticella. Frusto: scudiscio molto consumato. Flutto: vegetale polposo che cresce in Cina, sugli alberi in riva al mare. Fiaccola: torcia moscia moscia. Far-West: torre di segnalazione luminosa per cow-boys e pellirosse. Fortunale: tempesta che s’abbatte sulla Lotteria di Capodanno. Fionda: motocicletta col propulsore ad elastico.ò Guru: gargarismo mistico. Greto: riva d’un fiume o d’un torrente che scorre placidamente, con garbo. Gitano: organizzatore di pic-nic ed escursioni. Giberna: tascapane svizzero. Guadalupa: località di vacanza frequentata da Romo e Remo. Harakiri: affettuosa frase iniziale che si trova nelle lettere dei suicidi giapponesi alla fidanzata o alla moglie. Hong-Kong: scimmione a transistore. Honduras: paese ove il mare è sempre agitato e si prendono capocciate sugli scogli. Karaté: infuso aromatico che si beve molto bollente, tanto che ti prende un colpo. Kilimangiaro: montagna africana méta di pantagruelici pic-nic. Kibbutz: in Israele, espressione di disgusto per il cattivo odore. Jeti: aereo supersonico che atterra in alta montagna. Jodel: urlo del cameriere a cui casca il vassoio dello strudel. Yogurt: scontro frontale fra due praticanti lo yoga. Igloo: invocazione degli eschimesi quando rischiano d’annegare. Ibis: uccello che riscuote applausi e consensi entusiastici. Islam: rumore provocato da un ceffone di Komejni. Leopardi: felini africani che al sabato fanno incursione nei villaggi. Lava: detersivo per alte temperature. Mocassini: scarpe al caffè. Miraggio: bersaglio per cecchini visionari. Muschio: il maschio, quand’è nella tundra. Miglio: misura di lunghezza per uccelli. Mortaio: cannone che spara a salme. Nuoce: noce avvelenata. Nabuccodonosor: codice fiscale d’un sovrano mesopotamico. Navajos: pellirosse che scotennano i marinai. Odalisca: ballerina orientale che puzza di pesce. Ojiva: scienziata ideatrice d’un metodo anticoncezionale per astronauti. Oasi: locuzione affermativa dei beduini. Ormeggio: deposito di impronte. Onda: motocicletta che non capisce un’acca Pirata: corsaro che riceve il bottino frazionato: a scadenze fisse. Pistola: circuito per gangsters. Peseta: donna spagnola prima della cura dimagrante. Pinguino: uccello obeso. Pagaia: remo per cassieri. Quarzo: scoglio da cui si imbarcarono i Mille. È stato ricostruito in puro cristallo, a spese di Craxi e Spadolini. Quaccheri: membri d’una setta religiosa morbosamente dedita al Gioco dell’Oca. Rapace: volatile predatore che è stato dal barbiere. Rancido: pasto militare andato a male. Robot: Buoni Ordinari del Tesoro elettronici. Rischio: fischio d’ammirazione per una donna che fa il karaté. Riscossa: rivincita dell’esattore. Sioux: locuzione affermativa del Generale Custer. Serpente: rettile preso da rimorsi e ripensamenti. Speroni: attrezzi per dare una ragione di vita ai cavalli in crisi depressiva. Safari: torri di segnalazione luminosa per praticanti di caccia grossa. Slavina: donna balcanica irruenta e travolgente. Sabbia: congiuntivo di spiaggia. Temporale: esame di meteorologia, che si svolge per colloquio e non per iscritto. Trebisonda: città orientale, dove ci si perde. Totem: concorso-pronostici dei pellirosse. Tornado: tempesta che va e viene. Tirassegno: poligono di tiro per bancari. Trinchetto: albero d’una nave, a cui s’aggrappano i marinai ubriachi. Ufo: esclamazione d’impazienza degli astronauti. Usato: stato di consunzione conseguente ad un viaggio negli Stati Uniti. Varco: apertura praticata a colpi di freccia. Vipera: frutto che contraccambia i morsi. Wow: esclamazione anglosassone a base d’uovo. Zuppa: minestra che ha preso un acquazzone.


Squillante


Vedi +

Smemoranda 1987


Vedi +