Muse Live: L’odissea

di Licia Troisi su 16 mesi - Smemoranda 2018





Luglio 2007. Sono sposata da poco, e col marito ci concediamo una vacanzina da amici più concerto dei Muse all’Arena di Verona.
Partiamo con largo anticipo e grande ottimismo da Codogno, dove prendiamo il treno che ci porterà a Verona. La carrozza è senza aria condizionata, ma io sono posseduta dal sacro fuoco, e butto giù un capitolo decisivo de Un Nuovo Regno, ultimo libro de Le Guerre del Mondo Emerso.

Tutto procede liscio finché non ci inchiodiamo nel mezzo della pianura padana. A destra e sinistra, vasti campi di grano. Caldo boia, addetti dei Trenitalia che vanno avanti e indietro. Ma io sono ancora ottimista.
Dieci minuti, venti, trenta, quaranta. E l’ottimismo, come dire, svapora un po’. Poi, lentissimo, il treno avanza fino a un posto il cui nome è più grosso dell’edificio della stazione. Si ferma e ci scarica “in the middle of nowhere”. Si parla di autobus sostitutivi, ma non si vedono. Treni, manco l’ombra.

Il sole sale a picco sulla stazione, i minuti diventano ore. Mi spiaccico contro il muro per conquistare dieci centimetri d’ombra. E intanto tiro giù i santi del paradiso. Perché è stato un periodo difficile, il mese prima, e io devo, devo arrivare al concerto. Me lo merito. Finché il mio ingiuriare ad alta voce contro le ferrovie non attira l’attenzione di una ragazza.

“Andiamo anche noi a Verona a sentire i Muse. Ci stanno venendo a prendere con la macchina. Volete uno strappo?”
All’arrivo dell’auto, a tipo un’ora dalla prima nota, ci fiondiamo dentro. Ringrazio, e intanto si parla di Muse, e del concerto, ed è sempre più tardi, cazzo, e c’è traffico.

I propositi di pagare almeno la benzina svaporano quando arriviamo all’Arena e manca pochissimo all’inizio. Di parcheggi, manco l’ombra. Scendiamo di volata, come manco nei film d’azione. Alla fine, arriviamo in tempo.

Ecco, sono passati quasi dieci anni, e io manco la benzina ti ho pagato. Ma sappi, anonima fan dei Muse, che tu quel giorno hai salvato la giornata a me e a mio marito. Grazie un sacco 😉


Licia Troisi


Vedi +

Smemoranda 2018


Vedi +