Quando mi sono sentito davvero vivo?

di Don Ciotti su 16 mesi - Smemoranda 2018





Quando mi sono sentito davvero vivo? Ogni volta che una persona, attraverso il Gruppo Abele e Libera, ha ritrovato la sua dignità e la sua libertà.

In quei momenti ho sempre provato la grande emozione di esistere, e credo che sia stata una cosa naturale e a suo modo “logica”, perché tra la nostra vita e quella degli “altri” ci sono molti più legami di quanto siamo soliti credere.
Certo, ciascuno di noi ha il proprio carattere, le proprie passioni, le proprie attitudini. Ma condividiamo le stesse speranze e bisogni, a cominciare da quelli di essere amati, riconosciuti, valorizzati. Ecco allora che la nostra vita sarà tanto più “nostra”, tanto più viva, quanto più saprà accogliere e riconoscere l’“altro da sé” come parte di sé. L’egoista fa torto soprattutto a se stesso, perché una vita concentrata sull’io, chiusa ai rapporti, è una vita “dimezzata”, inaridita, infelice.

Se devo però indicare un momento in cui l’emozione di sentirmi vivo mi ha segnato in modo indelebile, è quando ho visto un bene confiscato alle mafie diventare un bene inclusivo e non più esclusivo, un bene per le persone, per i cittadini, per la comunità.
Ricordo, ad esempio, il momento in cui la villa di Totò Riina a Corleone – un edificio grande, sfarzoso, costruito per ostentare un’idea di potere e di ricchezza – venne aperta al pubblico come scuola di agraria. Ma sono innumerevoli gli esempi di beni confiscati  diventati asili nido, centri per anziani, biblioteche, servizi di accoglienza, cooperative agricole dove tanti ragazzi della vostra età passano parte dell’estate a dare una mano, studiare, conoscere, volti di un’Italia che non aspetta il cambiamento ma lo costruisce giorno per giorno.
Spazi dove la violenza, la corruzione, il silenzio complice o rassegnato, hanno ceduto posto al lavoro, alla ricerca, alla condivisione, alla speranza fondata sull’impegno. Luoghi che è impossibile attraversare senza provare il brivido di sentirsi vivi.


Don Ciotti


Vedi +

Smemoranda 2018


Vedi +