– Hei! Ma guarda chi t’incontro dove mai me lo sarei aspettato: cosa ci fai a Londra?!

– Nooo… Non posso crederci! Dai, ma quant’è piccolo il mondo! Ciao! Che storia, come stai? Da quanto tempo?!

– Troppo. Son passati quindici anni da quando eravamo all’ultimo banco ma i proff ci beccavano sempre quando, invece di ascoltarli, leggevamo i racconti sulla Smemo… Te li ricordi quelli di Mancio? Che grande! Io sono qui in vacanza, e tu?

– Io ci vivo… Oramai da quattro anni!

– Davvero? E ti piace? Io non so se riuscirei. Sai, amo il caldo, il sole… Tutto questo grigio, invece, e che prezzi…

– Sai che a me piace, invece? Sarà che io non sono così amante del caldo e del sole, ci vivo benissimo. Sì, è molto costosa ma è anche un allenamento per imparare a risparmiare e a vivere con meno e poi, come ben ricordi, sono molto portato per le lingue straniere…

– Certo che mi ricordo! Soprattutto durante i compiti in classe, quando ci mettevano lontani ma tu riuscivi lo stesso a passarmi le tue copie, appallottolandole e lanciandomele come un cestista professionista! A parte quella volta in cui beccasti in pieno la prof Rossi… Che ridere! E cosa fai, qui? Studi? Lavori?

  • Studio all’università e faccio dei lavoretti per mantenermi ma coltivo un piccolo, grande sogno: portare il basket professionistico qui a Londra. Sai, qui manca, ai primi posti nei cuori degli inglesi ci sono calcio, rugby e magari cricket… Ma io sono sicuro che anche loro possano apprezzare il basket come merita, in fondo gli americani lo adorano e sono loro “cugini”!
  • Ma dai, che bel progetto! Sai che secondo me non è così irrealizzabile? Magari partendo da realtà piccole, seminare la passione per il basket, una vera missione! Mmh, mi stanno già venendo un sacco di idee, sai quanto sono fissato con il canestro. La verità è che anche io sento il bisogno di un cambiamento e ci farei proprio un pensierino. Tutto sommato, clima e cibo a parte, Londra è la città più cool che ci sia! Peccato per gli affitti…
  • Davvero ti piacerebbe far parte di quest’avventura? Sarebbe stupendo ricreare con te la complicità di quegli anni e praticamente solo a scuola vivi: la solidarietà tra compagni mista a quel pizzico di ambizione… Nel mio appartamento, anche se piccolo, c’è un divano letto e i miei roommates, i miei coinquilini, sono un po’ casinisti ma super simpatici e super easy!
  • Ohi, allora io ci penso davvero, eh. Perché se non cogli le occasioni al volo poi ciao… puoi anche salutarle…
  • Vero, per questo devi lanciarti e dire, “Ciao, Londra! Arrivo!”

 

 

 

 


Stefano Mancinelli


Vedi +

Smemoranda 2019


Vedi +