Reclamo babilonese

di Massimo Vitali

Storie di Smemo
Reclamo babilonese

questa tavoletta d’argilla del 1750 a.C., rinvenuta in un sito archeologico della città di Ur, in Iraq: un reclamo scritto 3750 anni fa.

Nanni, un infuriato cliente babilonese, scrive (incide) al suo fornitore Ea-nasir, per denunciare un pasticcio di consegne e la bassa qualità dei lingotti di rame ricevuti. Come si può facilmente evincere dal testo (qui, se non capite i caratteri cuneiformi) Nanni è molto deluso e conclude il suo reclamo così: “Per chi mi hai preso per trattarmi con un tale disprezzo?”

Ora, non sappiamo se Nanni abbia mai ricevuto una risposta da Ea-Nasir, però sappiamo di certo che ha inciso le sue lamentele all’indirizzo sbagliato!

Gentili amici di Smemoranda, se avete un problema, qualsiasi tipo di problema, non serve inciderlo sull’argilla in caratteri cuneiformi: basta scrivere una mail in italiano a ufficioreclami@smemoranda.it.

Non finirete al museo, ma almeno vedrete risolti i vostri problemi nella nostra vetrina!

Cordiali saluti,

Massimo Vitali

Ufficio Reclami ufficioreclami@smemoranda.it