Reclamo d’autore: Tiziano Scarpa VS il tempo (e la Smemoranda)

di Massimo Vitali

Storie di Smemo
Reclamo d’autore: Tiziano Scarpa VS il tempo (e la Smemoranda)

Gentile Ufficio Reclami,
finalmente avete aperto! È da anni che volevo protestare ma non sapevo a chi rivolgermi.
Volevo reclamare perché non esisteva un Ufficio Reclami, ma da chi reclamavo, se non esisteva un Ufficio Reclami?
Ma questa è un’altra storia.
Il mio reclamo è questo: voi ogni anno fate l’agenda dell’anno nuovo. Non è questo che mi dà fastidio. Posso capirlo. È il vostro mestiere. Quello che non accetto è che voi già a ottobre siete sicuri che ci sarà un anno nuovo.
Voi mettete in vendita le vostre agende con tre mesi di anticipo.
Chi ve lo dice, che a gennaio il tempo vorrà ricominciare da capo?
Chi vi assicura che l’anno nuovo non si stuferà di venire qui da noi, invece di, che ne so, farsi un giro in un altro pianeta, o cambiare galassia?
Chi vi dice che quest’anno non continuerà con il 32 dicembre, e poi il 33, il 34, il 35, fino al centomila dicembre?
Chi vi garantisce che non resteremo ad ammuffire per sempre dentro un 2014 senza fine?
Come fate a sapere in anticipo che ci sarà un anno nuovo e non, per esempio, uno vecchio che ritorna, magari il 1664, o il 931?
Chi ve l’ha detto che ci sarà il 2015 e che non si salterà direttamente al 2016, oppure al 3149, oppure si resetterà tutto ripartendo da un altro anno 0 (zero)?
Avete informazioni riservate?
Vi siete infiltrati nei servizi segreti?
Rispondete!
Buon anno

Tiziano Scarpa

***

Caro Tiziano,

ti ringraziamo per averci scritto. Ufficio Reclami è da sempre in prima linea nella lotta contro la prevedibilità del tempo. Eppure, nonostante i nostri sforzi, siamo ancora lontani dalla meta e dobbiamo tenercelo così: scontato e senza fantasia.

L’unica ragione per cui dubitare di raggiungere il 2015 nei tempi e modi stabiliti, è la profezia Maya, la quale ci risulta scaduta il 21 dicembre 2012 e ci porta dritti alla solita certezza: allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre 2014, qualsiasi cosa si stia facendo, si passerà in automatico al 2015.

Se questo automatismo ti mette a disagio, ed è tuo desiderio spostare il tempo come se non ci fosse un domani, o meglio come se il domani possa essere scelto a tuo piacimento, allora ti sei rivolto al posto giusto: Ufficio Reclami ha sempre una soluzione adatta ad ogni esigenza.

Se ad esempio ti piacerebbe andare a Roma per salutare Giulio Cesare prima che sia troppo tardi, o assistere dal vivo e per più volte alla semifinale di Coppa del Mondo 1970, Stadio Azteca di Città del Messico, Italia contro Germania Ovest, reti di Boninsegna, Burgnich, Riva e Rivera, o ancora se vorresti vedere navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, coi raggi B che balenano nel buio vicino alle porte di Tannhäuser, senza il timore di perdere tutti questi momenti come lacrime nella pioggia, allora ecco cosa devi fare: costruisci una macchina del tempo.   

Attenzione: costruire una macchina del tempo non è come leggere La macchina del tempo di H.G. Wells. Pur restando un ottimo romanzo, in grado di viaggiare avanti e indietro nel tempo (ma non nello spazio) fino all’anno 802.701, rimane comunque un’opera datata e soprattutto di fantasia. Costruire una macchina del tempo grazie a Ufficio Reclami invece è una novità molto più realistica, personalizzabile e soprattutto semplice, se sai come realizzarla.

Noi ad esempio non lo sappiamo, però sappiamo come costruire una torta di zucca con ragni e fantasmini per Halloween, che nel tuo caso potrebbe arrivare domani, due anni fa o il 39 di ottobre, a patto di portare con te l’agenda Smemoranda dell’anno che verrà: quello che preferisci, noi ci stiamo preparando, è questa la novità.

Buon anno (facci sapere quale)

Ufficio Reclami ufficioreclami@smemoranda.it

Massimo Vitali