Nuove regole anti-covid a scuola (di nuovo)

di Valerio Fiormonte

Scuola

Nuova settimana, nuove regole covid decise dal Consiglio dei Ministri.
Sono infatti in vigore da lunedì 7 febbraio 2022 le nuove misure previste per la gestione delle quarantene nelle classi italiane.
Le regole, con funzione retroattiva, si riferiscono principalmente al numero dei soggetti positivi con cui la classe è costretta a seguire interamente le lezioni da casa in Didattica a Distanza (DAD).

Tutte le regola anti-covid a scuola, dal 7 febbraio

Sia nella scuola dell’infanzia che alle scuole elementari, è obbligatorio il test antigenico, sia rapido che fai-da-te in caso di presenza di sintomi (eventualmente può essere fatto anche il test molecolare). Se il test risulta negativo ma i sintomi persistono, è necessario ripeterlo nuovamente dopo 5 giorni.

per le scuole elementari, le nuove regole prevedono la frequenza in classe ai vaccinati o guariti da meno di 120 giorni se ci sono fino a 5 casi di positività in classe; per tutti gli altri, prevista la didattica a distanza per 5 giorni. Chi resta in presenza deve comunque tenere la mascherina Ffp2 fino al decimo giorno dall’ultimo contatto con l’ultimo bambino risultato positivo.

nelle scuole medie e scuole superiori, invece, il numero è più basso: si parla infatti di quarantena per i non vaccinati già nel caso di 2 soggetti risultati positivi. Per tutti gli altri, invece, anche con più di 2 soggetti positivi si può continuare la didattica in presenza, seppur con l’obbligo sempre di mascherine Ffp2: per chi è vaccinato o guarito da meno di 120 giorni, quindi, niente quarantena ma autosorveglianza.

sempre per i non vaccinati, però, la quarantena in caso non si presentino sintomi (e quindi i soggetti non vaccinati entrati a contatto con un positivo risultino asintomatici) viene ridotta da 10 a 5 giorni.

infine, per quanto riguarda il Green Pass (o certificazione verde) si conferma il discorso relativo alla sua durata illimitata sia nel caso siano state fatte tre dosi (quindi anche la dose booster), sia nel caso di due dosi ed un’avvenuta guarigione.