Sarah Dietrich

di L'Alligatore

Recensioni
Sarah Dietrich

Nuovo interessante nome del pop femminile di casa nostra quello di Sarah Dietrich (già voce dei mitici Ardecore).

Qui si presenta da sola, con un pugno di canzoni scritte anche da lei insieme a The Niro e Michele Braga, produttori artistici del disco. Un disco dalle ambizioni alte, un disco di confine, tra musica leggera, indie, pop intelligente.
Dico questo pensando a “Io non so dire ciao”, malinconico e introverso voce accompagnata dal piano, o a “Implacabile”, classico pop da musica leggera, che voleva portare a Sanremo, tra i suoi obiettivi (nessuno è perfetto), oppure a “Costellazione”, voce/piano molto particolare, arricchita da archi, a chiudere l’album lasciando un bel ricordo. Ottime “Ma tu”, bella canzone d’amore senza rime baciate, tra Nada e De André, e “Dentro questa notte”, gran retrò, tra i Blonde Redhead e Mina.

Esordio molto particolare, anche se non originale, lascia intuire una certa ambizione sorretta da buone capacità. Una nuova gran bella voce italiana quella di Sarah Dietrich, credo farà molta strada…