Sette sorsi trattenendo il respiro

di Redazione Smemoranda

Storie di Smemo

Oggi ho capito che: se vi invitano a vedere la prima di un film alle dieci del mattino dovete tirate pacco! Al cinema bisogna andarci la sera, al massimo nel tardo pomeriggio, si perché hai bisogno di metabolizzare un po’ scene e contenuti, e la notte sembra essere fatta apposta per raccogliere certi pensieri, portare consiglio e assopire le inquietudini. La mattina non bisogna andarci, intanto perché non è facile svegliarsi bevendo popcorn e poi perché il giorno è fatto per altro: puoi pensare alle bollette, al parcheggio, ai pannolini, al cambio degli armadi, volendo puoi riuscire anche ad archiviare le multe in ordine di art. del codice violato (per esempio: divieto di sosta – eccesso di velocità – eccesso di velocità durante la sosta) ma certo non puoi permetterti di riflettere Sull’insostenibile leggerezza dell’essere e neanche su Amore, bugie e calcetto. Oggi ho capito che: se entri in un negozio vuoto e chiedi un consiglio ad una commessa sfaccendata e lei ti dice: “guardi quello che c’è sugli scaffali”, devi risponderle: “ma perché tu nel frattempo che cosa devi fare?” Oggi ho capito che: se ti telefona qualcuno e sei triste pensa che tu sia addormentata e se sei addormentata pensa che tu sia triste, se sei addormentata e triste pensa che tu stia facendo l’amore, se sei allegra non ti chiama nessuno. Oggi ho capito che: anche se non vuoi sei costretto a correre. A pranzo, al ristorante, ho dovuto farmi mettere il coniglio in un contenitore per non arrivare in ritardo ad un appuntamento. Sono andata in giro per la città come un mago disperato, col roditore nel cilindro e senza assi nella manica e ho pensato: certo che sto coniglio ha fatto proprio una brutta fine! Oggi ho capito che: il singhiozzo passa quando vuole lui. Oggi ho capito che: non ho pagato le bollette, ho preso un’altra multa, non ho digerito il coniglio e il coniglio non ha digerito me, però ho capito che: se hai fatto gol esulti con tutta la forza hai anche se hai sbagliato porta.