Tutti (quasi) in aula: i numeri del rientro

di Valerio Fiormonte

Scuola
Tutti (quasi) in aula: i numeri del rientro

 

Da lunedì 12 aprile sono cambiati ancora una volta i colori delle Regioni; di conseguenza cambiano anche le restrizioni generali e quelle scolastiche.

Colori Regioni: i cambiamenti da lunedì 12 aprile

Sono ben 6 le regioni che hanno visto cambiare il proprio colore, passando dalla fascia rossa a quella arancione, a partire da lunedì 12 Aprile: Lombardia, Calabria, Toscana, Piemonte, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

Rimangono invece in zona rossa la Campania, la Puglia e la Valle D’Aosta; a raggiungerle c’è la Sardegna, che in un mese è purtroppo passata dall’essere zona bianca a tornare tra le Regioni più a rischio.

Tutte le altre, invece, rimangono arancioni dal momento che almeno fino a Maggio non sono previste zone gialle: Lazio, Sicilia, Basilicata, Molise, Abruzzo, Umbria, Marche, Liguria, Veneto e Trentino Alto Adige.

Colori regioni: i cambiamenti per le scuole

Come previsto dall’ultimo Decreto Legge (n. 44, art. 2 del 1 Aprile), in zona gialla ed arancione tornano in classe tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, seppur in maniera contingentata i ragazzi delle scuole superiori (frequenza al 50% o al 75%); in zona rossa, invece, la presenza in aula è riservata fino alla prima mediaed è obbligatoria la Didattica A Distanza dalla seconda media in poi.

Presidenti delle Regioni o Sindaci dei singoli comuni non possono prendere decisioni sulle chiusure scolastiche ma devono attenersi alle ordinanze governative: le uniche eccezioni riguardano l’alta possibilità di contagio in un particolare edificio scolastico o un focolaio già iniziato.

Ritorno in classe: i numeri degli studenti di nuovo in aula

Stando ad un’indagine condotta da Tuttoscuola, compresi i ragazzi già rientrati settimana scorsa sono poco più di 6,5 milioni gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado a ritrovarsi di nuovo tra i banchi scolastici, su un totale di 8 milioni e 506 mila (ossia più o meno quattro su cinque).

La Sardegna, che diventa zona rossa, vedrà quindi ridursi i suoi alunni presenza: da 170.004 prima di Pasqua a 106.560, con 100.178 in DAD.

I numeri di alcune delle Regioni arancioni più popolose, invece, registrano:

  • Lombardia: 192.037 alunni in presenza e 209.776 in DAD;
  • Lazio: 592 alunni in presenza e 133.737 in DAD;
  • Toscana: 124 alunni in presenza e 85.492 in DAD;
  • Sicilia: 891 alunni in presenza e 125.879 in DAD;
  • Emilia Romagna: 878 alunni in presenza e 100.145 in DAD;
  • Veneto: 694 alunni in presenza e 106.402 in DAD;

La suddivisione complessiva della presenza in aula in tutto il Paese (indipendentemente dalla zona di appartenenza) per ordine e grado vedrà:

  • Scuola dell’infanzia: 393.010 bambini (100%);
  • Scuola elementare: 605.865 bambini (100%);
  • Scuola media: 485.028 ragazzi (86.7%);
  • Scuola superiore: 074.632 ragazzi (38.5%).